Hazzard

I cugini Duke

Contea di Hazzard, profondo Sud degli U.S.A.: il losco J.D.Hogg, detto Boss, spadroneggia, controllando i traffici legali e meno che avvengono in città. Suo "braccio destro" (anche perchè di mente ne ha ben poca) è lo sceriffo Rosco P. Coltrane, il cui compito principale è dare la caccia ai cugini Duke, Luke e Bo, che sfrecciano in giro sulla loro Dodge Charger del '69, ribattezzata "Generale Lee". I Duke, con l'aiuto del saggio zio Jesse e della bella cugina Daisy, sono infatti l'unico serio pericolo che Boss deve fronteggiare per portare a termine le sue losche attività. Inseguimenti, voli in macchina, scazzottate per quello che a mio parere è IL telefilm degli anni '80. Non aveva niente di super, ma forse proprio questa è stata la sua fortuna.

Fattore anni 80: 10

Supercar

Michael e Kitt

Un poliziotto, Michael Long, viene ferito quasi mortalmente in una sparatoria: salvo per miracolo, subisce un'operazione di plastica facciale che gli dà le sembianze del figlio di un miliardario che ha creato la "Foundation for Law and Government", che ha come obiettivo il mantenimento dell'ordine. Cosí Michael Knight, come viene ora chiamato, comincia la sua nuova vita di detective, in compagnia di una Pontiac Trans-Am super-accessoriata e dotata addirittura di intelligenza propria, "KITT" (Knight Industries Two Thousand). Devon Miles è il suo fedele consigliere e "procacciatore di casi". Popolarissimo telefilm, anche alle nostre latitudini.

Fattore anni 80: 9

Automan

Automan e Walter

Walter Nebicher è un poliziotto costretto a lavorare al computer, mentre vorrebbe un'attività molto più "sul campo". Per soddisfare questa sua aspirazione, Walter crea Automan, un ologramma tridimensionale che sembra proprio un uomo in carne ed ossa, non fosse per il fatto che può attraversare i muri e creare in un attimo, con l'aiuto di una pallina olografica chiamata "Cursore", oggetti come macchine superveloci od elicotteri. Inoltre, Automan parla il linguaggio delle macchine, e per lui è normale fare il galante con una slot machine, o parlare del tempo con un bancomat. Serie molto divertente e piena di trovate, che però non incontrò il favore del pubblico e fu sospesa dopo una sola stagione.

Fattore anni 80: 7,5

Street Hawk

Il protagonista e la super moto

Jessie Mach, poliziotto di Los Angeles, ha una doppia vita: di giorno, causa un incidente alla gamba, lavora all'ufficio informazioni della Centrale, dietro una scrivania, ma di notte salta a bordo di un avveniristica moto, la Street hawk, con cui diventa un giustiziere per le strade della città. Aiutato da Norman Tottle, il creatore della moto, che lo guida dall'avveniristico centro di comando, Jessie sfrutta il turbo per raggiungere le 300 miglia orarie, e diventa il terrore dei criminali con una potenza di fuoco che parte dalle mitragliatrici, per arrivare al lanciarazzi. Solo 13 episodi, ma moltissimi ammiratori per un telefilm che vide tra le comparse anche un giovane George Clooney. La super moto è una Honda XR 500 opportunamente camuffata, mentre per le scene più pericolose si usarono le più maneggevoli Honda XCR 250.

Fattore anni 80: 7

Che fine hanno fatto?

Che fine hanno fatto i protagonisti dei telefilm

Hazzard

Tom Wopat

Sorrell Booke, il cattivo, simpaticissimo Boss, è morto nel 1994 per un male incurabile al colon. Aveva 64 anni. Anche Denver Pyle, lo zio Jesse, è venuto a mancare, nel 1997 per un male ai polmoni. Siamo tristi per questi nostri amici degli anni '80. Tom Wopat, Luke, e John Schneider, Bo, godono invece di buona salute: il primo è un baffutissimo signore di mezza età che gira gli States con un apprezzato show musicale e ha avuto di recente una piccola parte in "Django unchained", mentre il secondo è rimasto nell'ambito televisivo: è stato anche il padre di Clark Kent nel fortunatissimo "Smallville", e realizza dischi di musica country. Catherine Bach, la cugina preferita di noi maschietti, è di recente tornata in televisione, nel cast di "Beautiful". James Best, infine, lo stupidissimo sceriffo Rosco P. Coltrane, è arrivato a 87 anni e si è ritirato dall'attività. È comunque sempre molto attivo nelle maratone di beneficenza di telethon.

Supercar

David Hasselhoff

David Hasselhoff è stato per oltre 10 anni il bagnino più famoso (e invidiato) del mondo in "Baywatch". È ancora nel mondo dello spettacolo, dove viene anche apprezzato per le sua qualità di cantante. Devon, Edward Mulhare, è invece venuto a mancare nel 1997, per un male incurabile ai polmoni. La bella meccanica di Kitt, Bonnie - Patricia McPherson, ha avuto un grande successo come modella pubblicitaria e ha partecipato a telefilm di successo come "Dynasty", "Star trek - the next generation", e "La signora in giallo". Oggi si è ritirata a vita privata.

Hardcastle & McCormick

Brian Keith, il giudice Hardcastle e popolarissimo zio Bill di "Tre nipoti e un maggiordomo" si è purtroppo tolto la vita nel 1997, due mesi dopo che sua figlia era morta suicida per cause ignote. Un'altra triste storia di un eroe degli anni 80. Daniel Hugh Kelly, lo scapestrato McCormick, è ancora un attore, pur se non in film di prima importanza.

Automan

Chuck Wagner, Automan, nonostante la faccia da fighetto, è in realtà un serio e apprezzato attore di teatro della scena di Broadway, mentre Desi Arnaz jr., Walter, figlio della famosissima attrice Lucille Ball, non è mai riuscito ad ottenere il successo clamoroso della madre, recitando in film di seconda categoria.

Street hawk

Rex Smith ha recitato in moltissime serie televisive e film per la TV, ma è soprattutto come cantante che ha avuto un grande successo, anche se ormai si è ritirato dal mondo dello spettacolo.

Top