Love boat

L'equipaggio del capitano Stubing

Agli ordini del capitano Merrill Stubing, la nave "Love princess" solca i mari di tutto il mondo, mentre a bordo storie d'amore nascono o si ritrovano. Con il dottor Bricker, impenitente donnaiolo, l'imbranato Gopher, pasticcione secondo del capitano, la dolce direttrice di crociera Julie e il barista Isaac, la nave dell'amore ha solcato gli schermi televisivi per oltre 250 volte, accompagnata in Italia dalla famosa sigla del compianto Little Tony. "Guest stars" a fiumi, praticamente metà Hollywood è passata sualla nave, anche perchè le crociere, alla fine, erano vere, spesso in bellissime località del Messico.

Fattore anni 80: 9

Vita da strega

Samantha e famiglia

Samantha, una bella e dolce ragazza, incontra l'imbranato pubblicitario Darrin Stevens: i due si innamorano e si sposano. Dov'è il problema? Beh, la dolce Samantha è una strega, e sua madre, la pestifera Endora, non ne vuol sapere di avere un genero umano. Per amore della madre e del neomarito, Samantha dovrà cercare di conciliare la sua nuova natura di donna di casa con quella di strega dal.. naso magico facile. Tra scambi di persona, magie e avventure la vita della coppia, allietata anche dall'arrivo di Tabatha e poi di Adam, non è mai monotona, in uno dei più grandi successi della storia della televisione americana.

Fattore anni 80: 8,5

Tre cuori in affitto

I tre coinquilini

Jack Tripper è un cuoco con la vocazione del playboy, che per risparmiare sui costi dell'affitto divide il suo appartamento con due belle ragazze, la bruna Janet, impiegata in un negozio di fiori, e la bionda svampita Chrissy, dattilografa. Per far funzionare la loro convivenza, tra divertenti equivoci e situazioni classiche da sitcom, Jack si finge gay, in modo di non destare sospetti tra i genitori delle ragazze e non farsi buttare fuori di casa dagli impiccioni padroni di casa, i Roper. Con il passare degli anni, Chrissy viene sostituita dalla cugina Cindy, e la serie si conclude quando Jack e Janet trovano i partner della loro vita.

Fattore anni 80: 7,5

Cin Cin

I baristi di Cheers

Sam "Mayday" Malone, un ex giocatore dei Boston Red Sox, apre il bar "Cheers" con il suo ex allenatore, il rimbambito Ernie Pantusso. Ad aiutarli nel servire birra agli avventori, due cameriere dal carattere opposto: Diane Chambers, una professoressa di lettere piantata in asso il giorno del matrimonio, e Carla Tortelli, una scorbutica divorziata con 4 figli da mantenere. Tra i più assidui clienti del bar, Norm Peterson, disoccupato cronico che non ne vuol sapere di trovare un lavoro e Cliff Clavin, un postino piene di ansie e paranoie. Arriveranno poi lo psichiatra Frasier Crane, che avrà tanto successo da ottenere una serie tutta sua, un nuovo barista, Woody, a sostituire l'allenatore quando nel 1985 muore l'attore che lo impersonava, e una nuova socia per Sam, Rebecca. L'ultima puntata dello show fu vista da 150 milioni di americani, e i personaggi ebbero anche l'onore di una trasposizione a cartoni ne "I Simpson". Mitica anche la sigla, "Where everybody knows your name", vincitrice di uno dei 28 Emmy ottenuti negli anni dalla serie di maggior sucesso della tv americana degli anni '80.

Fattore anni 80: 8,5

M.A.S.H.

I medici e qualche malato di Mash

Questo fu invece il telefilm di maggior successo della tv americana negli anni '70, iniziato nel 1972, quando gli Stati Uniti erano ancora invischiati nella sporca guerra in Vietnam. Graffiante satira sulla stupidità della guerra, è ambientato ai tempi della guerra in Corea, ma con chiari riferimenti a quella in corso in quel momento, e racconta le storie di un gruppo di dottori militari del 4077° Mobile Army Surgical Hospital, impegnati ogni giorno a curare feriti di guerra e a cercare di salvare un minimo di sanità mentale con grandi dose di ironia. Il capitano "Hawkeye" Pierce, capo chirurgo della base, e il suo secondo in operazioni chirurgiche e scherzi "Trapper John" sono gli elementi di disturbo, molto "Amici miei", in quello che il maggiore Burns e la capo infermiera Margaret "Labbra calde" Houlihan vorrebbero invece come un'oasi di efficienza svizzera. Capiranno anche loro che di fronte alla pazzia della guerra, un po' di sano "cazzeggio" è l'unica risposta. L'ultimo episodio, trasmesso nel 1983, è ancora oggi il secondo programma più visto nella storia della TV americana, superato solo di recente da un'edizione del Superbowl.

Fattore anni 80: 8

I Jefferson

George e Louise

George Jefferson ha fatto fortuna, da una piccola lavanderia ne possiede adesso una catena, e per questo decide di trasferirsi, con la paziente moglie Louise, in un lussuoso appartamento di Manhattan. Il problema di George sta nel fatto che è un tremendo "razzista" all'incontrario: non sopporta proprio i bianchi, soprattutto quelli come Tom Willis, il suo vicino che ha sposato una donna di colore (Helen, interpretata da Roxie Roker, la madre di Lenny Kravitz). Figurarsi quando viene a sapere che suo figlio Lionel si è fidanzato con la loro figlia! A dare filo da torcere a George ci pensa Flo, la cameriera pettegola e scansafatiche, sempre in lite con il tremendo datore di lavoro. Serie davvero divertente, con uno Sherman Hemsley (George) straordinario.

Fattore anni 80: 8,5

C'erano anche..

Sanford and son, le liti quotidiane di una famiglia molto particolare, quella formata dal vecchio Fred e da suo figlio Lamont, due robivecchi di Los Angeles. I due non smettono mai di litigare, col vecchio, irascibile, reazionario e paranoico vedovo Sanford che non accetta la nuova mentalità che il figlio vorrebbe portare nei loro affari, per ringiovanire un po' l'azienda di famiglia. "Demente!" è l'unico apprezzamento che il genitore gli rivolge, prima di far finta di morire di crepacuore, invocando la moglie Elizabeth. Giudice di notte, che racconta le storie di uno speciale tribunale di New York aperto di notte per processare per direttissima gli strani personaggi che di notte fanno i loro "affari". Il giudice che amministra la legge è Harry T.Stone, uno strampalato contestatore del sistema, appassionato di magia e più interessato alle vite private dei convenuti in aula che al codice penale. La simpatia di Harry e il suo buonsenso saranno quasi sempre più efficaci di 100 verdetti, e il giudice finirà per farsi amare dai suoi assistenti e da chi si ritrova nel suo particolare tribunale. Alice, sequel televisivo del film "Alice non abita più qui", racconta le storie del proprietario, delle cameriere e degli avventori della tavola calda Mel's Diner. Il proprietario è il burbero Mel Sharples, per cui lavorano di malavoglia Alice Hyatt, la protagonista, vedova con figlio a carico, la svampita Vera e Flo, 40enne che pensa ancora di essere la reginetta del ballo della scuola, e ci prova con tutti gli avventori della tavola calda. Tra sketch, battute e situazioni varie, Alice troverà l'amore nell'allenatore di baseball del figlio e una carriera di cantante a Nashville, Mel venderà la tavola calda e il personaggio di Flo riscuoterà tale successo da regalarle una serie parallela, o "spinoff", intitolata proprio "Flo" e vista anche in Italia. In Scuola di football, il mondo del football professionistico diventa pretesto per gag e battutacce, nelle storie delle peripezie dei California Bulls e della loro nuova proprietaria, Diane Barrow, inizialmente poco convinta di aver avuto una squadra come parte della sua liquidazione di divorzio, poi sempre più impegnata nel suo ruolo, tra linebacker pazzi, quarterback fifoni e kicker scappati dalla Bulgaria.. Mi benedica padre racconta le divertenti storie del furbo prete Charles Duddleswell, un bisbetico curato di mezza età più interessato ai pettegolezzi che alla salvezza delle anime dei suoi fedeli. Il giovane novizio Neil Boyd e la paziente governante mrs. Pring ne sopportano le lune e a volte non disdegnano di punzecchiarlo.

Che fine hanno fatto?

Che fine hanno fatto i protagonisti dei telefilm

Love boat

Gavin MacLeod

Gavin MacLeod, il capitano Stubing, ha superato gli 80 anni anni e si è ritirato dalle scene, pur non mancando di fare qualche apparizione in show televisivi, o in crociere della compagnia di navigazione "Princess Cruises". Bernie Kopell, il dottore oggi 80enne, è stato il coprotagonista del divertente telefilm degli anni 60 "Get smart", e oggi è quasi in pensione, e lavora solo in qualche spettacolo teatrale. Fred Grandy, Gopher, è stato per 8 anni membro del Congresso degli Stati Uniti per lo stato dell'Iowa, e oggi è presidente delle "Goodwill industries". Lauren Tewes, Julie, ha avuto seri problemi di droga, per fortuna superati, e ha affrontato con coraggio il male del marito, morto nel 2002 per il morbo di Gehrig. Oggi è impegnata in teatro e nei doppiaggi cinematografici. Ted Lange, Isaac, è passato dall'altra parte della telecamera, e ha diretto vari episodi di alcune serie televisive di grande successo, come "Dharma & Greg" e "Starman". La allora piccola figlia del capitano, Jill Whelan, ha oggi 47 anni: tra i protagonisti del mitico "Aereo più pazzo del mondo" (era la bambina che doveva subire una trasfusione), è diventata una giornalista televisiva, e ha anche una linea di gioielli, che disegna personalmente.

Vita da strega

Elizabeth Montgomery

Elizabeth Montgomery è stata una delle attrici televisive di maggior successo della storia, ma soprattutto uno splendido spirito libero che ha sostenuto le cause libertarie più disparate. È venuta a mancare nel 1995, a 62 anni, per un male incurabile. Purtroppo sono morti anche i suoi 2 partner nella serie, Dick York, il Darrin originale, e Dick Sargent, che lo sostituí proprio per una malattia che aveva colpito York. Erin Murphy, la piccola Tabatha, è oggi una mamma 50enne (!) di 4 bambini, e lavora in un centro di aiuto per madri in difficoltà, oltre a essere una blogger di moda e bellezza molto attiva.

Strega per amore

Barbara Eden

Larry Hagman, il simpatico Tony prima di diventare il perfido J.R., uno dei personaggi più famosi di tutti gli anni '80, è morto nel 2012 per complicazioni al fegato derivanti da una vita molto "spericolata". L'adorabile Jeannie, Barbara Eden, ha oggi 82 anni, e vive felicemente con il secondo marito e il loro cane. Non disdegna qualche "guest stars" in telefilm, di tanto in tanto.

Tre cuori in affitto

Suzanne Sommers

John Ritter ha avuto grande successo nei panni di Paul Hennessy, il protagonista di "8 semplici regole": è venuto tragicamente a mancare nel 2003 per un problema al cuore, quando non aveva ancora 55 anni. Suzanne Sommers, la svampita Chrissy, è stata una performer di successo a Las Vegas, prima di trovare una seconda giovinezza nei panni di Carol Foster, la protagonista di "Una bionda per papà". Di recente ha condotto un suo show su una tv via cavo. Joyce Dewitt, Janet, di origine italiana, lavora in teatro ed è una importante portavoce di LIFE, un organizzazione che si batte contro la fame nel mondo.

Cin Cin

Ted Danson

Come detto, nel 1985 è morto a causa di problemi al cuore l'allenatore, Nicholas Colasanto: aveva 61 anni. Ted Danson, Sam, ha recitato in vari film, tra cui "Tre uomini e una bimba", che ha avuto un buon successo, e "Salvate il soldato Ryan", prima di ritornare ai vertici di popolarità nel ruolo di D.B. Russell, il capo della scientifica in "C.S.I.". Shelley Long, Diane, ha recitato in moltissime serie, soprattutto "Frasier", e di recente ha avuto un ruolo semiricorrente in "Modern family", come DeDe Pritchett, la svampita prima moglie del "capo clan" Jay. Rhea Perlman, Carla Maria Victoria Angelina Teresa Apollonia Lozupone Tortelli LeBec, nella vita di tutti i giorni è la moglie del popolarissimo Danny DeVito, a fianco del quale recitò nel telefilm cult degli anni '70 "Taxi".

M.A.S.H.

Alan Alda

Alan Alda, il capitano Pierce, è uno dei decani della tv americana, e ogni show fà a gara per impreziosirsi con il suo nome tra le guest stars: apparso da pochissimo in "The blacklist", dopo che per il suo ruolo in "The West wing" aveva vinto il sesto Emmy della carriera. Wayne Rogers, il suo partner di scherzi, si è invece costruito una seconda carriera di successo come investitore economico, e fà da consigliere e gestore di fondi a molte persone.

L'albero delle mele

Lisa Whelchel

Lisa Whelchel, Blair, è una portavoce di varie associazioni cristiane: madre di tre bambini, scrive libri sull'educazione cristiana dei figli e di sostegno per le donne attive in questa opera di educazione. Nel 2012 è tornata in tv, ed è arrivata seconda nel popolare show "Survivor". Nancy McKeon, Jo, recita in varie serie tv, spesso a marchio Disney, ma senza grandi ruoli. E pensare che stava per esssre scelta al posto di Courtney Cox per il ruolo di Monica in "Friends", quando si dice "parti che ti potrebbero cambiare la vita"..

I Jefferson

Sherman Hemsley, ex impiegato postale prima del grandissimo successo che avebbe ottenuto con la serie tv, è morto nel 2012 a 74 anni, otto anni dopo Isabel Sanford, sua moglie Louise, che aveva raggiunto la bella età di 86 anni, ed era famosa per essere stata la prima attrice di colore a vincere un Emmy.

Top