Ghostbusters

I tre acchiappafantasmi

Egon, Peter e Raymond sono tre spiantati professori di parapsicologia, la cui crisi lavorativa sta per essere risolta da un clamoroso assalto alla città di New York da parte dei fantasmi. Il Distruggitore, un tremendo demone dell'oltretomba, ha infatti deciso di tornare sulla Terra, e fà precedere il suo ritorno da un'orda di fantasmi minori, che terrorizzano la città. Grazie al genio di Egon, i tre mettono a punto delle apparecchiature in grado di fermare i fantasmi e ricacciarli nel loro limbo. Nasce cosí l'agenzia di acchiappafantasmi "Ghostbusters", e i tre sono sommersi dalle chiamate di cittadini nel panico: il loro jingle, "Who you gonna call? Ghostbusters!!" è la canzone più ascoltata nella grande Mela. Ma non tutto và per il meglio: tutti i fantasmi catturati a costo di dure lotte tornano in libertà per problemi elettrici del macchinario di contenimento che li teneva prigionieri, proprio mentre il Distruggitore fà il suo arrivo in città..

Assunta la forma di un tenero personaggio della pubblicità delle caramelle..alto una trentina di metri!!, il re dei demoni sembra padrone della situazione, ma in un ultimo disperato attacco, incrociando i raggi delle loro armi, gli Acchiappafantasmi riescono ad avere la meglio anche su quest'ultimo tremendo avversario, riportando la pace a New York. Uno dei più clamorosi successi degli anni '80, come testimoniato anche dalle vendite della canzone omonima, riesce ad essere divertentissimo e contemporaneamente anche a far passare qualche brivido sulla schiena di chi guarda.

Trivia

..Per il solito giochetto, "indovina chi non ha voluto fare questo film", tra i vincitori, Eddie Murphy, John Belushi e John Candy.. Per pubblicizzare il film, uscirono degli spot TV praticamente identici a quelli del film, che invitavano a chiamare l'agenzia di acchiappafantasmi: per 6 settimane i centralini furono intasati da 1.000 chiamate all'ora, 24 ore al giorno.. E stavolta c'è anche un "indovina chi non ha voluto fare la canzone": Huey Lewis, che poi accusò (forse a ragione) Ray Parker Jr. di aver copiato la sua "I want a new drug".. La schiuma prodotta dal tremendo Distruggitore mentre si sta squagliando è proprio schiuma da barba..

Gremlins

Mogwai, apparentemente innocuo

Rand Peltzer, un inventore strampalato, compra a Chinatown, nella bottega di un vecchio saggio, un regalo di Natale per il figlio Billy. Si tratta di un delizioso animaletto, un "Mogwai", che però ha alcune controindicazioni: non sopporta la luce, non deve bagnarsi e assolutamente non deve mangiare dopo la mezzanotte. Billy prontamente non tiene conto di nessuna di queste regole, e il risultato non è molto simpatico. Dal grazioso animaletto bagnato nascono infatti degli orripilanti mostriciattoli maligni, i "gremlins", appunto, che fanno dispetti di ogni genere e cominciano a seminare il terrore in città. Solo Billy e il piccolo mogwai, Gizmo, possono fermare l'orda delle bestiacce, prima che sia troppo tardi e che i gremlins capiscano che eliminando Gizmo avrebbero via libera.. Divertentissima e fortunata commedia thriller-horror diretta con tocco magistrale da uno dei migliori registi del decennio, Joe Dante. Con inevitabile seguito.

Trivia

..Un gremlin compare anche sull'ala di un aereo in "Ai confini della realtà": oltre ad essere un personaggio della mitologia celtica, è anche il nome di una macchina della AMC prodotta negli anni 70.. In una scena, in un cinema sono in programmazione "A Boy's Life" e "Watch the Skies": sono i titoli iniziali, cambiati nel corso della produzione, di "E.T." e "Incontri ravvicinati del terzo tipo".. Steven Spielberg compare in un cameo, su una sedia a rotelle.. Il primo film ad utilizzare il famoso logo a scudo della Warner Bros.. Mogwai è la traduzione in cinese di gremlin, o demone..

Wargames

Videogiochi pericolosi

L'adolescente David ha una grande passione: il computer. Con questo ci fa un po' di tutto, anche alzare i mediocri voti suoi e della sua amica Jennifer. Un giorno si collega per caso con Joshua, il super computer della Difesa degli Stati Uniti, che gli propone di giocare alla guerra nucleare. David, ignorando la natura della macchina che ha di fronte, comincia quella che pensa sia un'innocua partita di videogiochi. Ma Joshua, sfuggito al controllo dei militari, non sta semplicemente effettuando una simulazione: armati i missili tattici, si prepara a lanciarli, iniziando una pericolosa escalation nucleare. Arrestato dai federali che lo credono responsabile di tutto, David, con l'aiuto di Jennifer, riesce a scappare e si mette sulle tracce del programmatore di Joshua, che forse possiede la chiave per impedire al computer di scatenare l'apocalisse nucleare. Un classico immancabile in qualsiasi lista dei film preferiti degli anni 80, quando ancora non si sapeva niene di hackers, virus, e intelligenza artificiale. Superato dalla tecnologia degli anni seguenti, rimane un film godibile, anche se ormai poco programmato in tv.

Trivia

..La produzione portò a casa di Matthew Broderick una versione da sala giochi di Galaga, in modo che l'attore potesse diventare un campione del videogioco come appare nel film.. Il regista del film fu cambiato in corso di lavorazione, rimangono ancora scene girate dal primo.. Il ruolo del professor Falken era stato pensato per John Lennon.. Il quartier generale del Centro di difesa fu all'epoca il set più costoso mai allestito per un film, ed era molto più tecnologico del vero Norad.

Ladyhawke

Navarre e il falco

Francia, Medioevo: un piccolo borgo é sotto il controllo tirannico di un vescovo, che pensa di avere diritto di vita e di morte su tutti gli abitanti. E anche diritto di scelta della moglie: e cosí quando la bella Isabeau lo rifiuta, perché innamorata del capitano delle guardie, Navarre, il tremendo vescovo lancia una terribile maledizione sui due amanti. Come nella leggenda del Giorno e della Notte che non si potevano mai incontrare, il vescovo trasforma Isabeau in un falco, ma solo di giorno: quando arriva il tramonto, Ladyhawke torna ad assumere sembianze umane, e proprio in quel momento Navarre, che di giorno é un uomo, viene trasformato in lupo. I due amanti non possono cosí mai incontrarsi, e il loro disperato amore sta facendo venire meno la sanità mentale di Navarre. Ma l'incontro con due strani personaggi potrebbe essere decisivo per spezzare la maledizione: Philippe é un simpatico ladruncolo che conosce la strada per entrare di nascosto nel castello del vescovo, Imperius é una specie di astrologo, che predice a Navarre il prossimo arrivo di un'eclissi di sole, che potrebbe essere il momento giusto per passare all'azione.. Bella favola moderna, con un Rutger Hauer perfetto nel ruolo del cavaliere tormentato, e Michelle Pfeiffer da applausi solo perché la mattina si alza dal letto.

Trivia

..Il film fu girato in gran parte nel Parco nazionale degli Abruzzi, mentre il castello del vescovo si trova a Torrechiara, in Emilia Romagna.. Hauer perse vari chili per le riprese dei duelli, a causa del peso dell'armatura.. Matthew Broderick, il ladruncolo Philippe, é allergico ai cavalli, con cui dovette avere a che fare per tutto il film.. Il regista, Richard Donner, é piú versato negli action movie che non nei film d'amore: ha diretto "Superman" e tutti gli episodi di "Arma letale".

Highlander

Connor, ultimo immortale

Connor MacLeod nasce nel 1518 sulle Highlands scozzesi, nel 1536, viene mortalmente ferito in duello da uno straniero sconosciuto. Connor però non muore, ma viene cacciato dal villaggio perchè la sua guarigione è ritenuta opera del maligno. La vera natura di quella guarigione è rivelata a Connor 5 anni dopo da Juan Sanchez Villa-Lobos Ramirez, un maestro di spada: Connor è un highlander, un immortale, e uno della sua stirpe è destinato a dominare il mondo, quando tutti gli altri saranno stati sconfitti. Per uccidere un highlander gli si deve tagliare la testa, e questo consentirà al vincitore di assorbire l'energia dello sconfitto. Ramirez insegna a MacLeod l'arte della spada, e gli preannuncia che in un futuro lontano ci sarà un giorno, il giorno dell'adunanza, in cui tutti gli immortali si troveranno per stabilire a chi tocchi la ricompensa finale: Ramirez si augura che non sarà il malvagio Kurgan, l'uomo che aveva ferito Connor e da cui poco dopo lui stesso viene ucciso. Senza il maestro diventato secondo padre, senza il conforto di un'amore, perchè lui non invecchia mai, Connor viaggia nei secoli, uccidendo tanti della sua stirpe, finchè non arriva a New York nel 1985, per l'ultimo duello, quello contro Kurgan. Dopo uno scontro epico, MacLeod ha la meglio, e può tornare a vivere nelle sue Highlands, con Brenda, che ha conosciuto a New York, potendo finalmente invecchiare accanto a lei.

Trivia

..Ispirato da "I duellanti" di Ridley Scott.. Christopher Lambert non era molto fluente con l'inglese, all'epoca del film: d'altronde, prima di allora aveva recitato solo come Tarzan.. Se non altro, Lambert si doppiò da solo nella versione francese.. Il wrestler Hulk Hogan afferma che la produzione lo aveva cercato per il ruolo di Connor.

Excalibur

I due maghi, Merlino e Morgana

Il mito di re Artù, cupo come mai prima. Uthur Pendragon riceve la magica spada Excalibur dal mago Merlino, per dare un solo re a tutta l'Inghilterra. Alla sua morte, Uthur conficca la spada in una roccia, decretando che il primo che la estrarrà dovrà essere riconosciuto re d'Inghilterra. L'impresa riesce al giovane Artù, figlio non riconosciuto di Uthur. Con i consigli di Merlino, Artù riunisce intorno a sè i migliori del regno, crea il Consiglio della Tavola rotonda, dove tutti siedono da pari, e dà un periodo di prosperità al Paese. Ma il declino è dietro l'angolo: la ricerca dela Santo Graal impegna allo stremo tutti i cavalieri, soprattutto Parsifal, e la fiducia di Artù nel suo miglior cavaliere, Lancillotto, è tradita quando il re lo scopre in una relazione con la bella moglie Ginevra. Arriva sulla scena anche Mordred, nato dal rapporto tra Artù e la sorellastra Morgana, a reclamare quello che ritiene suo di diritto: riunisce un esercito di cavalieri reietti e muove contro Camelot, aiutato anche dalla magia nera della madre. L'intervento della magia di Merlino, che riesce a sconfiggere Morgana, che invecchia di colpo e poi viene uccisa dal figlio, e il ritorno di Lancillotto volgono a favore di Camelot le sorti della battaglia. Ma prima muore Lancillotto tra le braccia di Artù, che lo perdona, poi è lo stesso "re in eterno" a morire, nello scontro decisivo in cui comunque uccide il figliastro. Senza un degno portatore, Excalibur finisce nel lago, protetta per il futuro re, mentre Artù ascende al regno eterno di Avalon.

Trivia

..Per le scene di battaglia furono usati cavalli da polo, più piccoli e maneggevoli degli stalloni.. Max von Sydow era la scelta originaria per il ruolo di Merlino.. Per filmare un corvo che mangia un occhio di pecora, una telecamera rimase accesa per alcuni giorni di fila, finchè l'ucellaccio si decise.

Labyrinth

Gran ballo nel regno di Labyrinth

Sarah è una ragazzina di 15 anni, che naturalmente si sente incompresa dai genitori, in particolare dalla matrigna con cui il padre si è risposato dopo la morte dell'amata madre, e poco considerata, vista la presenza del piccolo Toby, fratellastro poco amato. Tanto poco amato, che Sarah invoca addirittura il re dei goblin perchè se lo porti via con sè.. e come spesso accade, i cattivi pensieri vengono realizzati: con vari effetti speciali, arriva nella sua cameretta Jareth, il re degli gnomi cattivi, i goblin, pronto a soddisfare la sua richiesta. Troppo tardi, Sarah si accorge che in realtà non voleva il rapimento del piccolo, e ne chiede la restituzione a Jareth, ma questi, ovviamente, si rifiuta, concedendo però una possibilità alla ragazza: 13 ore di tempo per superare il labirinto che conduce al castello della città dei goblin, dove potrà riavere Toby. Ma se al termine delle 13 ore non sarà arrivata, Toby diventerà un goblin, per sempre. Sarah si precipita nel labirinto, dove incontrerà le più strane creature e vivrà un'incredibile avventura: il suo primo incontro è con Hoggle, uno strano nano che si occupa di..disinfestazione di fate(!!), che spruzza allegramente con ddt.

Hoggle è un servo di Jareth, ma l'amicizia che gli mostra Sarah lo spingerà presto a cercare di aiutare la ragazza, che accompagna nel suo cammino verso il castello. Lungo la strada, incroceranno altre strane creature, come il giganteso yeti rosso Ludo, e Didymus, il simpatico, pazzo guardiano del ponte sulla "palude dell'eterno fetore", che come dice il nome, non è un posto molto salubre.. Con i nuovi compagni di viaggio, Sarah si avvicina al castello, ma un tradimento inaspettato la ferma: spaventato da Jareth, Hoggle dà a Sarah una pesca avvelenata, che prima la proietta in uno strano sogno in cui balla con Jareth, e poi le fà perdere la memoria. La ragazza si risveglia in una copia della sua cameretta, piena di giochi e ricordi della sua infanzia. Ma la lettura di una filastrocca in uno strano libro, "Labyrinth", le fà tornare la memoria, e la riporta sulla strada verso il castello. Grazie al ritorno di Hoggle, che con coraggio salva la comitiva dall'attacco di un giganteso mostro meccanico, e al potere di guidare le pietre sul nemico di Ludo, Sarah arriva al castello, solo per scoprire che un nuovo labirinto la separa da Toby: è un surreale inseguirsi di scale e angolazioni impossibili, come in quadro di Escher, con cui Jareth è sicuro di vincere le ultime resistenze della ragazza. Ma l'amore che Sarah ha scoperto di provare per il fratellino sarà la forza che le farà superare anche l'ultimo labirinto, e la riporterà a casa con Toby. E i suoi nuovi amici del mondo fatato sono sempre pronti ad andare a trovarla, per fare festa insieme..

Trivia

..Tra i moltissimi pupazzi creati per il film, il più complesso fu quello di Hoggle, che solo per le numerose espressioni facciali necessitò di 18 diversi motori.. Il piccolo Toby è il figlio di Brian Froud, lo scenografo del film.. Oltre a David Bowie, furono considerati per il ruolo di Jareth anche Michael Jackson e Sting.. Le evoluzioni che Bowie compie con le sfere di cristallo sono in realtà opera dell'illusionista Michael Moschen, che "prestava" il proprio braccio a Bowie, nascondendosi dietro di lui nelle riprese.

I Goonies

I goonies a caccia del tesoro

Per fare spazio a un nuovo campo di golf, sta per essere raso al suolo il quartiere di Goon docks, e i suoi abitanti hanno già ricevuto lo sfratto. Nel loro ultimo, malinconico week-end da trascorrere insieme, la banda dei goonies, 7 ragazzini del quartiere, si ritrovano nella soffitta di uno di loro, e mentre stanno già rimpiangendo il loro quartiere, trovano una mappa antica, che sembrerebbe essere appartenuta a un pirata del 17° secolo, Willy l'orbo. Vera o falsa che sia, la mappa rappresenta se non altro l'occasione per vivere un'ultima avventura emozionante, e cosí i goonies iniziano la loro caccia al tesoro. La mappa li porta a spingersi nel sottosuolo della città, dove incontrano pipistrelli e trabocchetti, e scivolando sempre più verso il basso, si imbattono in una banda di malviventi che ha eletto le grotte a proprio nascondiglio. È la banda di mamma Fratelli e dei suoi figli, specializzati nella falsificazione di banconote, che naturalmente vedono un pericolo nei ragazzini chiaccheroni e gli danno la caccia per farli tacere, per sempre.

L'aiuto insperato di Sloth, gigantesco e deforme membro della famiglia Fratelli, che i goonies salvano dalla prigione in cui i suoi stessi fratelli lo avevano rinchiuso, fà si che i nostri eroi si sbarazzino dei malviventi, e dopo altre peripezie arrivino al vascello del pirata, che contiene al suo interno i bottini delle scorrerie della banda. Grazie a parte del tesoro, che i goonies riescono a riportare in superficie, i nostri avranno abbastanza denaro per poter ricomprare le loro case e scongiurare la distruzione del quartiere.

Trivia

..Ai ragazzi non fu mostrato il vascello pirata prima della scena in cui lo scoprono: le loro esclamazioni di sorpresa sono quindi autentiche.. Quando i goonies trovano per caso la galleria dei Fratelli, risuona la musica de "La grande fuga", dove si parlava di tunnel.. Sloth indossa una t-shirt con il logo di superman: il regista dei 2 film è sempre Richard Donner, che ha diretto anche "Arma letale".

La storia infinita

Il drago volante

Il piccolo Bastian, orfano di madre e con un padre troppo distratto, è un amante dei libri. Per sfuggire a una banda di teppistelli, una mattina si rifugia nella soffitta della scuola. Ha con sè un vecchio, strano libro: "La storia infinita", che narra le avventure del giovane, coraggioso guerriero Atreyu. Atreyu deve portare a termine un'impresa ardua: salvare il regno di Fantasia e la sua imperatrice bambina dalla tremenda avanzata del Nulla. Volando sul drago bianco Falkor, Atreyu raggiunge dopo varie peripezie l'Oracolo del regno di Fantasia, che gli indica l'unica via per salvare la principessa: trovare un ragazzo terrestre, che dovrà dare un nome nuovo alla principessa. Mentre Atreyu vola con il drago verso la Torre d'avorio per cercare di contattare il bambino terrestre, Bastian comprende che è proprio lui il bambino del destino, e cerca di contattare Atreyu prima che sia troppo tardi. E proprio quando ormai sembra tutto perduto, e il Nulla non ha lasciato che un granello di sabbia del regno di Fantasia, Bastian grida il nome della principessa, salvandola. Con la fantasia e i sogni di tutti i bambini del mondo, da quell'unico granello di sabbia sarà possibile ricostruire il regno.

Trivia

..L'autore del romanzo da cui è tratto il film, Michael Ende, non permise alla produzione di mettere il suo nome nei crediti, perchè il film non gli piacque per niente.. Il film più costoso nella storia del cinema tedesco.. Il piccolo interprete di Atreyu si ferí due volte nel corso della lavorazione, cadendo da cavallo e battendo la testa in una scena acquatica.. Il medaglione magico originale di Atreyu, l'Auryn, è ora di proprietà di tale Steven Spielberg.

Ai confini della realta'

Il segmento del gremlin sull'aereo

Un prologo a introdurre quattro storie del soprannaturale, dirette da 4 grandi registi, in un omaggio alla serie cult di Rod Serling che agli inizi degli anni '60 portò la fantascienza al grande pubblico. John Landis dirige il prologo, in cui Dan Aykroyd è un mostro che assume sembianze umane e fà una sorpresa non proprio simpatica a un suo amico, e il primo segmento, la storia di un razzista che si trova in vari momenti storici nei panni di persone che odia, fino a trovarsi ebreo e deportato nella Germania nazista.. Steven Spielberg racconta invece la storia di un gruppo di anziani in una casa di riposo, visitati da uno strano personaggio che porta con sè uno strano regalo, che li renderà tutti bambini..ma si sa, ogni età ha i suoi pro e i suoi contro.. Joe Dante dirige il terzo episodio, la storia di Anthony, un tremendo ragazzino dotato di straordinari poteri psichici, con i quali terrorizza un intero villaggio, succube dei suoi capricci. L'arrivo in paese di una maestra riuscirà, forse, a rimettere tutto nella giusta prospettiva..

L'ultimo segmento, per la regia di Steve Miller, é il remake di uno degli episodi più famosi della serie TV, "Incubo a 20.000 piedi", in cui il passeggero di un aereo fà la conoscenza molto ravvicinata con un gremlin, un dispettoso mostriciattolo che vorrebbe distruggere l'aereo. Preso da tutti per pazzo, finirà nell'autoambulanza guidata proprio dal personaggio di Aykroyd, che pregusta un nuovo gustoso scherzetto..

Trivia

..Tranne il primo episodio, i segmenti del film sono remake di episodi della serie televisiva.. Le riprese furono funestate dal più tragico incidente della storia del cinema recente, quando un elicottero cadde, provocando la morte di un attore e di due giovanissime comparse.. Il creatore della serie TV, Rod Serling, compare nel tema di apertura del film, riflesso in un gigantesco occhio.

Grosso guaio a Chinatown

I tre protagonisti dell'avventura

L'accoppiata Carpenter-Russell passa dalla fuga da New York alla Chinatown di San Francisco per questo spettacolare action movie del paranormale. Quando il camionista Jack Burton decide di accompagnare all'aeroporto il suo amico cinese Wang Chi, che deve accogliere la fidanzata, Miao Yin, in arrivo dalla Cina, non si aspetta certo di trovarsi nel mezzo di un'epica battaglia tra bene e male. La fidanzata di Wang ha infatti splendidi occhi verdi, un'anomalia per una cinese, una profezia che si compie per lo stregone Lo Pan, che unendosi a una fanciulla dagli occhi verdi potrà tornare a materalizzarsi in forma umana, e a dominare il mondo con la sua magia nera. Lo Pan era infatti un tempo un principe guerriero, colpito da una maledizione che lo ha trasformato in un non morto, maledizione che avrebbe spezzato solo sposando una ragazza dagli occhi verdi, per poi sacrificarla. Il compito dei due amici non é dei piú semplici: Lo Pan è infatti spalleggiato da un trio di maghi dai poteri paranormali, le tre Furie Tuono, Pioggia e Fulmine.

Ci sarà bisogno proprio di tutto l'aiuto possibile per uscire vivi da questo grosso guaio in cui si sono cacciati, anche quello di Gracie, avvocatessa battagliera che si è imbattuta nei due compari: ma a complicare le cose, anche lei ha gli occhi verdi, e Lo Pan alla fine decide di non sottilizzare, rapendo anche lei, sempre a scopi di sacrificio. Dopo una cruenta battaglia, i nostri eroi riusciranno ovviamente a sconfiggere Lo Pan e Furie varie, ma il lieto fine aspettato sarà solo a metà: mentre infatti Wang sposa la sua bella, Jack e Gracie decidono che sono troppo indipendenti per stare insieme. Cosí, Jack rimonta sul suo camion verso nuovi viaggi (e non sa che nel retro del camion ha un altro mostro cinese..)

Trivia

..L'apparizione di una delle tre Furie é preceduta da una serie di lampi, che formano un ideogramma cinese che significa "carpentiere", come il nome del regista, John Carpenter.. Il film doveva essere ambientato nella San Francisco di fine '800, poi la produzione decise di attualizzarlo, forse anche per risparmiare sui costumi.. Nella scena del matrimonio, l'attore che interpreta Lo Pan punge con uno spillone Miao Yin, che ha una smorfia di dolore autentica, perché lo spillone, pur essendo retrattile, non era rientrato completamente.

La storia fantastica

Westley e Bottondoro

Un bambino piuttosto disincantato e poco avvezzo alle favole è costretto a letto, malato, a sorbirsi la favola della principessa Bottondoro, raccontata dal nonno (Peter Falk, il tenente Colombo). La favola parla di una bellissima ma capricciosa ragazza, che non ne vuole sapere di pretendenti e che ama prendere in giro il garzone del fabbro, il timido Westley, che invece è innamorato di lei. Per cercare fortuna e diventare ricco abbastanza da poter sposare Bottondoro, Westley si imbarca su una nave diretta all'estero. Ma sui mari domina il tremendo pirata Roberts, che non lascia mai vivo alcuno dei suoi prigionieri: l'equipaggio della nave di Westley viene catturato, e arriva al villaggio la notizia che il ragazzo è morto. Bottondoro, che in realtà lo amava, cade nella disperazione più profonda e giura che non amerà più nessuno. Ma, colpo di scena!, Westley non è morto, anzi il pirata Roberts lo ha adottato e alla sua morte è stato addirittura sostituito dall'ex timido ragazzo del borgo.

Nella sua nuova identità, Westley torna a casa, solo per scoprire che Bottondoro sta per andare in sposa al perfido principe Humperdinck del regno di Florin. Ma prima del matrimonio, Bottondoro viene rapita da uno strano trio di personaggi: il genio del male di origine siciliana Vizzini, lo spadaccino spagnolo Inigo Montoya, tormentato dalla figura di un uomo con una mano a sei dita che ha ucciso vigliaccamente suo padre quando Inigo era giovane, e il gigante Fezzik, una montagna con poco cervello. Westley si mette sulle tracce dei rapitori, li raggiunge e li batte uno ad uno: prima Inigo a duello, poi Fezzik sfruttandone la poca intelligenza, e infine Vizzini, facendo leva sulla sua vanità di genio. Dopo essersi mostrato a Bottondoro nella sua vera identità ed essere sfuggito con lei alle tre insidie della "palude del fuoco", "le fiammate pazze", "le sabbie risucchianti" e i tremendi "roditori taglie forti", Westley finisce però per essere catturato dal principe e dal suo tirapiedi, il conte Rugen, proprio l'uomo dalle sei dita che Montoya vorrebbe uccidere.

Inigo, Westley e Fezzik

Per avere salva la vita di Westley, Bottondoro si decide ad accettare di sposare il principe docilmente, a patto che questi liberi il ragazzo. Humperdinck ovviamente dà la sua parola, salvo scaraventare Westley nel "pozzo della disperazione", le segrete di un palazzo dove il giovane viene torturato con un macchinario da santa inquisizione che letteralmente gli succhia via anni di vita. Mentre una disperata Bottondoro viene a sapere dell'ultimo inganno del principe, Westley viene salvato da due insperati eroi, Inigo e Fezzik, ma è praticamente morto, ma non "del tutto", come sentenzia lo strano Miracle Max, che gli fà bere una pozione che gli ridà un anelito di vita, pur lasciandolo praticamente paralizzato. Con l'aiuto dei due ex cattivi, Westley si intrufola a castello, e usando al meglio il cervello, che ancora gli funziona bene, supera le guardie del principe e riesce a liberare la sua principessa, mentre Inigo riesce finalmente a compiere la sua vendetta contro l'uomo dalle sei dita. Finalmente tornato con la donna del suo destino, Westley lascia la "carica" di pirata Roberts a Inigo, con Fezzik abile spalla del nuovo pirata. Autentico cult movie degli anni '80, è una divertente favola piena di brio e momenti di ilarità, sempre da rivedere quando passa in TV. Colonna sonora di Mark Knopfler, azzecatissimi tutti gli attori, di una bellezza sfavillante la protagonista Robin Wright, che sarà poi la problematica ragazza di Forrest Gump.

Trivia

.. Tra i "cameo" del film, oltre a quello di Peter Falk, anche Billy Cristal nel ruolo del guaritore miracoloso Miracle Max, che costringeva il regista Rob Reiner ad abbandonare il set in preda ad un attacco di risa quando si produceva nei suoi assolo.. Il gigante del trio di rapitori è Andre the giant, famoso wrestler dell'epoca: nonostante la sua stazza, all'epoca del film aveva la schiena a pezzi e non riusciva a sollevare pesi.. Altri problemi ci furono quando nel duello tra il principe cattivo e Westley il primo colpí il secondo sulla testa cosí forte da spedirlo all'ospedale... Il tormentone del film è pronunciato almeno 5 volte da Inigo: "Mi chiamo Inigo Montoya, tu hai ucciso mio padre e adesso, preparati a morire!".. Dove il film riesce magistralmente è nel non prendersi mai troppo sul serio: la tagline recitava infatti: "Non la vostra solita, classica, ordinaria, sciapa favoletta..

Piramide di paura

I giovani Holmes e Watson

1870: Londra è sconvolta da una serie di rapimenti di giovani ragazze, e da due morti alquanto particolari: un contabile apparentemente suicidatosi, e un prete finito sotto una carrozza, in preda a un attacco di pazzia. Quello che nessuno ha visto, è un personaggio incappucciato che utilizzando una cerbottana ha lanciato contro i morti un dardo avvelenato, che ha provocato allucinazioni di terrore che hanno portato i due alla morte. E mentre Scotland Yard "brancola nel buio", un nuovo ragazzo arriva a studiare in città. Figlio di un dottore, il suo nome è John Watson. Compagno di stanza di Watson è un giovane allampanato molto brillante e che mostra grandi doti di intelligenza e logica, ma che suona il violino in maniera oscena: si chiama Sherlock Holmes. Al contrario di Watson, impacciato e timoroso, Holmes è brillante e sicuro di sè al limite della superbia, eccelle in tutti gli studi e anche nella scherma, che gli viene insegnata dal suo professore preferito, Rathe.

Holmes è sentimentalmente legato alla bella Elizabeth, nipote del brillante, seppur un po' svitato professor Waxflatter: questi è il mentore di Holmes, e gli ha insegnato l'amore per la logica e la deduzione. Ritiratosi in pensione, vive nel sottotetto della scuola con la nipote, cercando di sistemare una bizzarra macchina volante a pedali. Già detective in erba, Holmes ritiene sia suo dovere investigare sulle strani morti di Londra quando anche Waxflatter muore apparentemente suicida. Grazie al ritrovamento della cerbottana, si mette sulle tracce degli assassini, con Watson ed Elizabeth. Prima i tre si imbattono in una setta di ispirazione egizia che sacrifica giovani ragazze in un tempio ricostruito in mezzo a Londra, poi, quando trovano una vecchia fotografia, Holmes ricostruisce tutta la storia: tutti i morti erano stati soci in un affare finito male in Egitto, che aveva provocato la morte di molti abitanti di un villaggio, e i responsabili degli omicidi sono i due figli di uno dei morti, l'infermiera della scuola e proprio il professor Rathe. Al termine di una sarabanda di fughe e colpi di scena, in cui Watson si mostra molto più coraggioso di quanto tutti si aspettassero, Holmes distrugge il tempio dei fanatici, ma Rathe uccide Elizabeth, che si sacrifica per il ragazzo. Dopo un duello all'ultimo sangue, Holmes vede il suo nemico morire in mezzo a uno stagno ghiacciato. Distrutto dagli eventi, abbandona la scuola, ma il suo nuovo amico Watson lo saluta sicuro di rivederlo, un giorno. Dopo i titoli di coda, intanto, compare Rathe, per niente morto, che entra in un albergo e si registra come Moriarty, il futuro arcinemico di Holmes.

Trivia

..Primo film ad utilizzare effetti speciali in grafica tridimensionale CGI, della Industrial light & magic di Lucas.. Scritto da Chris Columbus, futuro regista dei due primi episodi di "Mamma, ho perso l'aereo" e "Harry Potter".. Nel corso del film, Holmes dice a Watson per 4 volte la mitica: " Elementare, Watson".. Spiega l'origine dell'abbigliamento di Holmes: cappello regalato da Waxflatter, pipa riciclata come regalo di Natale da Watson, e cappotto preso a Rathe, per ricordarsi della sua avventura.

Top

Ghostbusters

I Goonies

La storia fantastica