Nightmare

Freddie Kruger

Nancy sta facendo brutti sogni, ultimamente, sogni in cui un orrendo mostro dal volto sfigurato e con un guanto con delle forbici affilate la insegue, non certo per fargli una carezza. E la cosa strana è che anche i suoi amici stanno facendo lo stesso sogno, e peggio ancora, alcuni di loro cominciano a morire in modo orrendo. Parlando coi suoi genitori e svolgendo delle ricerche, Nancy riesce a dare un nome al mostro: è Freddy Krueger, un pazzo psicopatico che era vissuto nella sua cittadina. Resosi responsabile di molte uccisioni di bambini, Krueger era stato infine catturato e bruciato vivo. E ora Freddy è tornato dall'inferno per prendersi la sua vendetta, e uccidere tutte le persone responsabili della sua morte.

E mentre le morti atroci si susseguono, Nancy capisce che l'unico modo per fermare il mostro è farlo uscire dal suo mondo degli incubi, dove può fare quello che vuole, per combatterlo sul piano della realtà. Lo scontro finale si avvicina.. Freddy Krueger fà la sua comparsa nell'immaginario collettivo degli anni '80, diventando quasi più famoso di Babbo Natale. Anche se è molto horror, il film non perde mai la capacità di prendersi in giro e di sdrammatizzare tutte le situazioni, con una cattiveria noir che fà diventare simpatico quello che in realtà è un mostro abominevole. Uno dei maggiori successi commerciali degli anni '80, con decine di seguiti.

Trivia

..La genesi del personaggio è in una serie di inspiegabili morti nel sonno di alcuni adolescenti di cui il regista, Wes Craven, aveva letto su un giornale.. La sceneggiatura del film fu inizialmente offerta alla.. Disney, che la trovò un po' troppo cruda.. Il budget iniziale del film era bassissimo, ma anche con soli 20.000 dollari per il trucco gli artisti del makeup riuscirono a creare un mito dell'horror.. In uno dei soliti crossover tra film horror, in una scena si nota la maschera da hockey di Jason, il pazzo omicida di "Venerdi 13".

Venerdi 13 parte III

Il folle Jason

Jason Voorhees, seconda maschera (a tutti gli effetti) horror più famosa degli anni '80 dopo Freddie Kruger, presenza solo invocata nel primo film della serie, già alacremente all'opera nel secondo capitolo, acquista solo in questo terzo episodio della lunghissima saga (12 film, considerando sequel, incroci e reboot) la caratteristica maschera da hockey che diventerà suo marchio di fabbrica. La trama di fondo è sempre la stessa, come brillantemente succederà anche per la saga di "Final destination": degli sciocchi ragazzi sfidano la paura e vanno a passare le vacanze in un campeggio tristemente famoso per una serie precedente di omicidi (Camp Crystal lake), per finire uccisi nella maniera più truculenta possibile dal pazzo lunatico di turno (Jason di cui sopra). Il re degli "slasher", i film, appunto, di "affettamenti", compie il suo cammino di morte, per finire ucciso, ma "non in modo definitivo", in maniera da lasciare aperta la porta all'inevitabile sequel.

Trivia

..Strage anche al botteghino: costato poco più di 4 milioni di dollari, ne incassò 37 solo negli USA.. Il primo film della serie con la famosa maschera da hockey, e l'unico in cui i futuri morti non pronunciano il nome di Jason.. Come tutti i film della saga, il titolo di lavorazione era ispirato a una canzone di David Bowie, nel caso specifico "Crystal Japan".. Gli eventi seguono cronologicamente quelli del primo episodio, cosí il titolo sarebbe dovuto essere "Sabato 14".. Fu girato anche in 3D, ma uscí in tale versione solo in Giappone.

Creepshow

A volte ritornano

Con la sceneggiatura di Stephen King, 5 storie tra il noir macabro e l'horror mixate da George Romero, tratte dall'omonimo comic book degli anni '70. "La festa del papà" vede il ritorno dalla tomba di un uomo ucciso dalla propria figlia 7 anni prima, deciso a mangiare una particolare torta di compleanno.. Ne "La morte solitaria di Jordy Verrill", Stephen King è un classico contadinone americano, che viene a contatto con una strana sostanza fuoriuscita da un meteorite caduto nel suo giardino.. le conseguenze saranno piuttosto.. rampicanti. "La marea ti sommergerà" vede invece Leslie Nielsen negli insoliti panni di un marito tradito, che si vendica della moglie e del suo amante facendoli morire annegati dalla marea. Ma, come disse qualcuno, "a volte ritornano"..

"La cassa" nasconde invece qualcosa di tremendo, che è rimasta a dormire per oltre un secolo, ma che ora si è risvegliata e chiede il suo tributo di sangue.. ma per un marito esasperato può essere un'occasione per liberarsi della moglie.. Si chiude con "Ti strisciano addosso", la storia di un maniaco dell'ordine e della pulizia, che vive in una specie di astronave completamente asettica, ma che sta per subire un attacco di scarafaggi di proporzioni bibliche. Molto più dark comedy che horror, è imperdibile soprattutto per i fans di Stephen King (ma solo nell'edizione in videocassetta, al cinema l'episodio fu tagliato) e per chi si guardava i telefilm dello Zio Tibia su Italia uno.

Trivia

..In ogni episodio del film compaiono un cavallo di vetro e un portacenere.. Oltre a Stephen King, nel film compare anche suo figlio Joe, nei panni del bambino a cui il padre toglie tutti i fumetti nel prologo del film.. Per l'ultimo episodio furono utilizzati 25.000 veri scarafaggi, che furono poi uccisi con il gas al termine della lavorazione (bleah...).. La protagonista de "La cassa" è la moglie di John Carpenter, e la cassa era indirizzata a Juan Carpenter..

La bambola assassina

L'inquietante bambolotto voodoo

Un serial killer, Charles Lee Ray, viene messo alle strette dal detective della polizia di Chicago Norris, che lo insegue fino a un negozio di giocattoli. Colpito a morte, Ray, pratico della magia nera voodoo, riesce a trasferire la propria anima nera in un bambolotto, "Chucky bello", prima di spirare. Un incendio devasta il negozio, ma non la bambola, che finisce prima tra le mani di un vagabondo e poi tra quelle del piccolo Andy, a cui la madre lo aveva promesso per il compleanno, e che lo ha comprato proprio dal vagabondo. A casa di Andy, Chucky comincia a mietere vittime, uccidendo a martellate la babysitter, poi costringe il piccolo a portarlo a casa dell'ex socio in affari criminali, che fà saltare in aria. Il bambino, che ovviamente non viene creduto dalla polizia quando rivela che il killer è il bambolotto, viene rinchiuso in un istituto psichiatrico. La magia voodoo di Ray è però agli sgoccioli, e il corpo del bambolotto sta prendendo vita, cosa che causerebbe la morte anche della sua anima. L'unico modo di evitarlo è trasferirla di nuovo, nel corpo della prima persona a cui ha rivelato la sua identità, ovviamente Andy. Arrivato al bambino (attraverso altri sanguinosi omicidi) sta per ucciderlo, ma viene fermato in tempo da Norris, che lo uccide piantandogli una pallottola nel cuore. Anche qui, la morte è relativa, come testimoniano i 5 seguiti.

Trivia

..Chucky fu realizzato in 10 esemplari, per tutte le esigenze che si manifestavano.. Altro clamoroso successo al botteghino, con oltre 44 milioni di dollari incassati.. In alcune scene, Chucky fu sostituito da una piccola attrice in carne e ossa, la sorellina del piccolo protagonista.. Per le proteste sollevate dai soliti benpensanti, la MGM abbandonò i diritti sul progetto del film: la Universal fu ben felice di acquistarli e di ricavarci centinaia di milioni con i seguiti.

Inferno

L'incontro con la Madre

Sulla scia del successo di "Profondo rosso", Dario Argento sbarca in America (produzione Fox) per il seguito di "Suspiria". In un thriller-horror del paranormale che deve molto a Poe, la scena è New York, dove vive Rose, giovane poetessa che ha acquistato un libro esoterico scritto da un oscuro architetto alchimista, Varelli, che parla delle tre madri infernali, Mater suspiriorum, la Madre dei sospiri, Mater lacrimarum, la Madre delle lacrime e Mater tenebrarum, la Madre delle tenebre. Leggendo il libro, la giovane si convince che casa sua è la dimora della madre delle tenebre. Mentre esplora un sotterraneo nascosto che ha scoperto per caso, la giovane viene aggredita e uccisa in maniera truculenta, ghigliottinata. E' solo l'inizio di una scia di sangue che insegue la famiglia di Rose, soprattutto il fratello Mark, giunto a New York da Roma per indagare sulla morte della sorella. Gli inquietanti condomini di Rose muoiono di morti insolite e crudeli, mentre anche gli animali impazziscono.

Continuando le sue indagini, Mark arriva infine all'assassino: un anziano professore che si rivela esere Varelli, soggiogato dalla propria infermiera, che è prorio l'infernale mater tenebrarum. Varelli cerca di uccidere il giovane, ma cade vittima della sua stessa foga e finisce per impiccarsi. Compiuta la sua opera, la Morte fà crollare il palazzo in mezzo alle fiamme, portandosi dietro tutti i tremendi segreti che custodiva.

Trivia

..Gli effetti visivi sono del mago dell'horror italiano Mario Bava.. Autore della colonna sonora è niente meno che Keith Emerson.. Il ruolo di protagonista doveva andare a James Woods, che rinunciò perchè impegnato con Cronenberg in "Videodrome".. Le mani dell'assassino che si vedono in vari punti del film sono di Argento.

Un lupo mannaro americano a Londra

La trasformazione

Due amici americani in vacanza nella vecchia Europa: la torre di Londra col Big ben, la Regina, una passeggiata nel bosco inglese, un ululato...un ululato? David e Jack scoprono a proprie spese che non tutte le leggende sono false, quando una tremenda bestia li aggredisce nella brughiera. Jack finisce sbranato dal lupo mannaro, mentre David se la cava con un morso. Oddio, se la cava.. quando comincia a ricevere le visite notturne dell'amico zombie non-morto, che si decompone davanti ai suoi occhi, la sua sanità mentale comincia a vacillare. Soprattutto quando si sente dire che non è morto, ma che finirà come la bestia che li ha assaliti, aspetta solo la prossima luna piena.. David non crede alle parole dell'amico, neanche quando con l'approssimarsi della luna piena comincia a sentirsi strano.. Tanto strano da trasformarsi proprio nell'orrenda bestia che li ha assaliti, un lupo mannaro.. e Londra comincia ad essere terrorizzata dai massacri del mostro, che fà strage di innocenti nelle notti di luna piena. Prima di perdere anche l'ultima parte di razionalità umana che gli resta, David si getta in mezzo al traffico di Piccadilly circus e muore nel corso di una sparatoria con la polizia, mentre una tremenda serie di incidenti causati dal suo arrivo getta nel panico Londra. John Landis (ma quanti ne hai fatti, John?) dirige con tocco lieve uno dei più riusciti film horror della storia, sempre in bilico tra humour nero e veri momenti di terrore, come le scene di trasformazione, davvero inquietanti, che valsero agli artisti del makeup un meritato Oscar. Da brividi.

Trivia

..Tutta la colonna sonora del film comprende canzoni che contengono la parola moon nel titolo, a cominciare da "Bad moon rising" dei Creedence clearwater revival nella claustrofobica sequenza della metropolitana.. Nei crediti di fine film, si fanno gli auguri a Carlo e Diana, da poco sposi, e si dice che "qualsiasi riferimento a persone vive, morte o non-morte è puramente casuale".. John Landis portó con sè tutto il gruppo del makeup per dirigere il video di Thriller, di Michael Jackson.. L'idea iniziale della produzione era di far recitare nel film John Belushi e Dan Aykroyd, ma i due blues brothers non la se la sentirono di calarsi in un genere cosí diverso dal loro.. Il regista, ex stuntman professionista, viene investito e finisce dentro una vetrina nell'incidente stradale alla fine del film.

La mosca

Jeff Goldblum si trasforma

Nel remake del classico dell'horror del 1958, "Lo strano esperimento del dottor K", Jeff Goldblum interpreta Seth Brundle, un giovane scienziato che sta ultimando un'invenzione straordinaria, il teletrasporto, in grado di trasferire uomini e oggetti a grandi distanze in tempo zero, all'interno di apposite camere, i telepods. La giovane reporter Veronica Quaife (Geena Davis), segue da vicino quella che puó diventare "la storia dell'anno" e intanto si innamora del professore. Dopo vari test su oggetti e cavie animali andati a buon fine, Seth sperimenta su sè stesso il teletrasporto umano: tutto funziona bene, peccato che nella camera insieme al professore al momento del passaggio ci sia una piccola mosca. Con il teletrasporto, i DNA della mosca e dell'uomo si sono mescolati, e Brundle comincia a dare segni di cambiamento: ha sempre fame (e non solo di cibo..), diventa fortissimo, non dorme mai. Poi, l'evoluzione diventa piú drastica, e l'uomo si rende conto che entro breve diventerà un mostro abnorme: con un ultimo guizzo di umanità si uccide, fondendosi con la macchina che lo doveva far diventare famoso (ma non prima di aver messo incinta Veronica, e il risultato non è proprio bellissimo da vedere..).

Forse il più horror dei film dell'orrore del decennio, soprattutto per il trucco straordinario che trasforma Goldblum in un mostro orripilante. Molto kafkiano, e non a caso diretto dal regista che piú di ogni altro si è interrogato sugli aspetti psicanalatici dell'arte di far cinema, David Cronenberg.

Trivia

..Il regista compare nei panni dell'ostetrico che mostra in sogno a Geena Davis il frutto del suo amore per un uomo mosca.. Nell'originale, il dottor K acquistava un capoccione da mosca, e la mosca si trovava con una testina da scienziato: in 40 anni, il trucco ha fatto passi da gigante.. L'ispirazione per il design delle porte venne al regista dalla forma dei cilindri della sua Ducati.. Le sedute di trucco per trasformare Goldblum in una specie di mostro della palude duravano fino a 5 ore.

Halloween II

Jamie Lee Curtis inseguita dal killer

Torna Michael Myers, il pazzo omicida della notte di Halloween, che già tanto sangue aveva fatto versare nel primo episodio di quella che sarà una saga horror in otto parti (ma solo tre veri sequel, tra cui questo). Il film inizia da dove era finito il primo, con il dottor Loomis che aveva colpito a morte il pazzo omicida, salvando la vita della giovane Laurie Strode (una giovanissima Jamie Lee Curtis). Come già risaputo, la morte è questione relativa per i protagonisti di serie horror, e infatti il corpo di Myers è sparito. Sotto choc, Laurie è ricoverata all'ospedale, dove viene operata per ridurre i traumi del suo incontro con Myers. Sotto anestetici, la ragazza ricorda particolari della sua infanzia, e comincia a emergere il suo legame con l'assassino. Laura è infatti la sorella di Myers, adottata dagli Strode, e il pazzo la sta prendendo di mira proprio per questo motivo.

Tornato libero, Myers si sta infatti aprendo una scia di sangue verso il letto d'ospedale della sorella, ma nello scontro finale viene sorpreso dall'astuzia della ragazza, che aiutata dal dottore, che si sacrifica per lei, riesce a farlo morire in mezzo alle fiamme. Oddio, morire è una parola grossa..

Trivia

..Una scena vede un'infermiera annegata nella vasca dell'acqua bollente, omaggio a "Profondo rosso" di Dario Argento.. Temporalmente ambientato dopo il primo Halloween, costrinse la Curtis a indossare una parrucca per ritrovare la folta chioma che nel frattempo si era tagliata.. L'inquietante colonna sonora è del poliedrico regista del primo episodio, John Carpenter.. Conta dei morti: 10.

La casa

L'eroico Ash

Inizia la saga di Ash Willliams, lo sterminatore di mostri dell'altra dimensione con una motosega al posto di un braccio e il fucile a canne mozze: nel primo episodio della trilogia, Ash è con la fidanzata Linda, sua sorella Cheryl e i loro amici Scotty e Shelly, diretto a uno sperduto chalet di montagna per trascorrere un fine settimana di relax. Inizia invece un violento week-end di terrore quando lo stesso Ash trova un vecchio tomo, il "Naturan demanto", o "Necronomicon" - il libro dei morti - insieme a delle registrazioni su nastro di uno strano archeologo che originariamente aveva rinvenuto il libro. Una volta avviata la registrazione, succedono cose che nemmeno Toto Cutugno provocava con le sue cassette: si risvegliano infatti oscure divinità demoniache che si impossessano degli amici di Ash, a cominciare dalla sorella Cheryl. L'unico modo di uccidere queste deità è attraverso il dismembramento completo: dopo decine di chili di carne che volano per aria, Ash emerge vittorioso dallo chalet-macello, solo per essere aggredito dai demoni. Si salverà, e nel sequel diventerà una specie di macchina da guerra ammazza mostri, con il film che virerà decisamente verso lo splatter-trash.

Trivia

..La sceneggiatura prevedeva che i ragazzi stessero fumando marijuana mentre leggevano il libro: gli attori allora provarono a rendere la scena "vera", ma dovettero rigirarla perchè completamente presi dall'euforia.. Evviva l'ignoranza: il titolo del film doveva essere "Il libro dei morti", ma pensando al pubblico di adolescenti che avrebbe dovuto fare la fila ai botteghini, il produttore lo cambiò, temendo la reazione allergica dei pargoli a un film con (orrore!) riferimento a un libro.. Girato con un budget di 350.000 dollari, mille volte meno quello che il regista Sam Raimi avrebbe avuto per "Spider man 3".

Poltergeist

La splendida bambina di Poltergeist

Nel tranquillo sobborgo di Cuesta Verde vivono i Freeling, Steve, Diane e i tre figli, Dana, Robbie, e la piccola Carol Anne. Proprio quest'ultima possiede un potere psichico che le permette di comunicare con entità non corporee, attraverso un canale del televisore di casa. Le entità si manifestano, inizialmente con innocui fenomeni, come lo sbattere di porte o l'aprirsi di cassetti, ma poi sembrano incattivirsi, ferendo Steve con i rami di un albero che si anima, e poi rapendo dal letto la piccola Carol Anne. Sconvolti, i Freeling chiedono l'aiuto di una sensitiva, che spiega loro l'esistenza di una dimensione invisibile, un limbo a metà strada tra il mondo dei vivi e l'aldilà, in cui la piccola è tenuta prigioniera da un'entità demoniaca che usa la sua forza psichica per tenere prigioniere le anime dei trapassati e attirare a sè nuove prede di cui nutrirsi.

Con l'aiuto della sensitiva, Diane riesce a entrare nel limbo e a sottrarre la piccola dalla malvagia entità, liberando anche tutte le anime sospese. Ma il demone non desiste, e organizza un'ultima offensiva, facendo emergere i morti dalle tombe che si trovano sotto la casa dei Freeling, particolare che il costruttore aveva omesso di citare alla famiglia.. Le forze dell'aldilà sono preponderanti, e ai Freeling non resta che sacappare, dopo aver staccato il televisore che fungeva da portale, in attesa di tornare per l'inevitabile seguito (il film fu campione di incassi).

Trivia

..Gli scheletri usati per i morti che escono dalle bare erano autentici.. E questo alimentò la leggenda della maledizione del film: la piccola che interpretava Carol Anne morí a soli 12 anni per una rara malattia, sua sorella nel film fu uccisa dal fidanzato a 22 anni, e altri due attori del secondo film della serie morirono per malattie incurabili poco dopo averlo girato.

Cimitero vivente

Il malefico Church

Louis Creed si trasferisce con la moglie nel solito sobborgo tranquillo del Maine, insieme alla figlioletta Ellie, l'infante Gage e lo scontroso gatto di casa, Church. La nuova casa è vicina, troppo vicina a una strada statale dove passano di continuo camion: quasi inevitabile che un giorno Church ci lasci una delle proverbiali sette vite. La piccola Ellie non è in casa quel giorno, cosí Louis si organizza per seppellire il gatto e trovare una scusa per la sua scomparsa. Il solito vicino impiccione (ne vengono via un tanto al chilo, in New England), gli dice di non seppellirlo in giardino, ma in un vicino cimitero per animali, che sorge su un vecchio sito indiano.

Louis gli dà retta, va in quello strano cimitero pieno di inquietanti presenze, seppellisce il gatto e torna a casa. Il giorno dopo, si trova davanti il vecchio Church, pieno di terra, con ancora i segni dell'incidente, ma incredibilmente vivo. Certo, puzza di morto e sembra aver acquisito una specie di gusto per la caccia ai piccoli animaletti, più per cattiveria che per istinto, ma almeno il trauma a Ellie è stato evitato.

Già sapete cosa succede dopo, perchè è ovvio che sia Gage a finire sotto le ruote di un tir: in preda al delirio, Louis va a seppellirlo nel cimitero indiano, anche se già sa cosa succederà. Il figlio torna a casa infatti da non morto assetato di sangue, uccide i vicini e anche la madre, prima di essere ucciso dal padre. In un ultimo, delirante viaggio al cimitero degli animali, Louis stavolta porta con sè la moglie, ma finirà ancora male, con lei che torna da zombie e lo uccide.

Trivia

..Per la parte di Church furono impiegati 7 gatti, uno per ciascuna vita.. Stephen King è il prete che celebra il funerale di Gage.. Nel ruolo della piccola Ellie si diedero il cambio due gemelle.

Top

Nightmare

Un lupo mannaro americano

La mosca