Electric dreams

Miles e Madeline

Miles Harding è un brillante architetto, che sta lavorando alla creazione di uno speciale mattone anti-terremoto (il film si svolge a San Francisco, zona molto soggetta a questo rischio): completamente imbranato per quanto riguarda la tecnologia, decide di comprarsi un computer, e preso dall'euforia dell'acquisto, lo collega con tutti gli altri apparecchi elettrici ed elettronici della casa. Ma per spegnere un incendio causato da un sovraccarico di corrente, Miles versa dello champagne sulla tastiera del computer: il corto circuito che ne deriva dà vita alla macchina, che si presenta al proprio padrone con il nome di Edgar. Sbigottito inizialmente, Miles ben presto impara ad utilizzare al meglio il suo nuovo "coinquilino", con il quale velocizza notevolmente anche il processo di creazione del mattone. Tutto andrebbe per il meglio, fino all'arrivo nel palazzo di una nuova inquilina, la bella suonatrice di violoncello Madeline.

Il guaio è che non solo Miles se ne innamora, ma è troppo imbranato per dichiararsi, ma anche Edgar, rapito dalla bellezza della musica che arriva dal piano di sopra, si invaghisce della nuova inquilina. E Edgar ha i mezzi per dichiararsi: istruito da Miles sul significato dell'amore, incamera dati nella sua memoria e compone bellissime melodie per l'amata. Madeline naturalmente crede che l'artista di famiglia sia Miles, e comincia ad innamorarsene. Edgar diventa geloso dell'ex amico e inizia ad ostacolarlo, chiudendolo in casa e bloccandogli la carta di credito. Ma alla fine anche i suoi circuiti di silicio capiscono che il suo è un amore impossibile, e Edgar decide di lasciare il campo a Miles, autodistruggendosi con una scarica elettrica ad altissimo voltaggio, non prima di aver lasciato in ricordo a Miles e Madeline un'ultima canzone, "Together in electric dreams". Sottovalutata favola metropolitana in tipico stile anni '80, è invece una commedia divertente e a tratti anche emozionante, con due protagonisti molto azzeccati.

Trivia

..Il computer Edgar venne realizzato dall'unione di varie componenti di diversi computer dell'epoca.. La colonna sonora è di Giorgio Moroder, che compare anche nel film nel ruolo di un disc jockey: "Together in electric dreams", cantata da Phil Oakey degli Human league, fu numero 1 in tutto il mondo.. Anche i Culture club eseguono due pezzi: bellissima soprattutto "Love is love", anch'essa un successo mondiale.. Il film fu finanziato dalla Virgin records, uno dei primi esempi di pubblicità del genere.. L'umile creatore di questo sito era pazzamente innamorato dell'attrice protagonista, Virginia Madsen.

Pretty in pink

I tre protagonisti principali

La quasi 18enne Andie Walsh vive col padre Jack, disoccupato e ancora traumatizzato dall'abbandono della moglie, e lavora part-time nel negozio di dischi della stramba Iona. Grazie a una borsa di studio, frequenta una scuola prestigiosa, piena però di arroganti figli di papà, che si prendono gioco di lei, costretta anche a cucirsi i propri vestiti e che va in giro con una scassata macchina rosa. A Andie, comunque, non mancano i corteggiatori: dall'amico di infanzia Duckie, un divertente casinista che va in giro in bmx, e le riempe la segreteria di messaggi, a Blane, un ragazzo ricco che l'apprezza per quello che è, e giunge a sfidare gli snobismi del suo clan, invitandola al ballo di fine d'anno. Ma poi il ragazzo sembra ripensarci, forse pressato dai genitori che gli hanno già programmato un matrimonio di convenienza. Inizialmente turbata per il passo indietro di Blane, Andie decide comunque che non vuole farsi condizionare la vita: dopo aver convinto suo padre che anche lui deve iniziare una nuova vita, senza pensare alla moglie, realizza un bellissimo abito, ovviamente rosa, e va alla festa di fine anno scolastico. Accompagnata da Duckie, che ha assorbito il colpo causato dal fatto di essere stato "scartato", Andie fà il suo ingresso alla festa, dove Blane, che ha compreso che lei è la ragazza per lui, nonostante quello che gli dicono i suoi "amici", le dichiara il proprio amore. Con Duckie, che da vero amico ha capito ciò che è meglio per lei e la incoraggia, Andie perdona Blane e accetta il suo amore.

Trivia

..Il titolo deriva dall'omonima canzone degli Psychedelic Furs.. Il finale del film prevedeva che Andie si mettesse con Duckie, ma fu cambiato dopo le reazioni negative del pubblico a cui fu mostrata l'anteprima.. Gli attori, richiamati per rigirare il finale, erano nel frattempo cambiati fisicamente: il caso più disperato fu quello dell'attore che interpreta Blane, che si era rasato a zero per un nuovo film e dovette girare il finale con un parrucchino.. Girato nella stessa scuola già teatro di "Grease".

Sixteen candles

Molly Ringwald fidanzata d'America

Samantha (Sam) Baker ha scelto un giorno sbagliato per nascere, perchè il suo sedicesimo compleanno arriva proprio il giorno prima di quello del matrimonio di sua sorella, su cui tutta la famiglia Baker è concentrata, tra ultimi preparativi e imprevisti. E di fronte alla specchio, Sam sbuffa, (con il classico broncio, marchio di fabbrica della protagonista Molly Ringwald) perchè nessuno si ricorda di lei, perchè l'arrivo dei nonni l'ha costretta a dormire sul divano, e perchè la sua femminilità non è ancora "sbocciata", nonostante il raggiungimento dei 16 anni.. A scuola, le cose non vanno meglio, con Samantha che ha una cotta per Jake, un ragazzo dell'ultimo anno, che lei ovviamente pensa non la conosca neanche, e con l'appiccicoso, ma simpatico, Ted, detto "Geek", che invece è più interessato che mai alla ragazza, ovviamente non corrisposto da lei, che lo vede come una fastidiosa piattola. Nonostante tutto, invece, è proprio Geek che fà da "intermediario amoroso" tra Sam e Jake, che stufo della relazione con la bella, ma vuota Caroline, ha notato Samantha, e con interesse. Al termine di una notte piena di avvenimenti, in cui i genitori si ricordano finalmente della figlia intermedia, e Geek finisce alla guida di una Rolls Royce mentre riaccompagna a casa l'ubriaca Caroline, arriva finalmente il giorno delle nozze. Qui le cose si movimentano, con la sorella di Sam stordita dagli antidolorifici che vaga come ubriaca, e con la ragazza che finalmente avrà la sua festa di compleanno, molto intima, ma non per questo meno gradita..(e Geek finisce con la bella Caroline). Il primo film adolescenziale di John Hughes, il re del genere, con Molly Ringwald, la fidanzata d'America.

Trivia

..Deve il titolo all'omonima canzone degli Stray cats.. Il ruolo principale fu in bilico fino all'ultimo tra Molly Ringwald e Ally Sheedy, coprotagonista poi con Molly di "Breakfast club".. E Molly Ringwald rifiutò il ruolo che lanciò Julia Roberts in "Pretty woman".. Non andò in porto il previsto remake, "32 candles".. Nella camera di Sam, campeggia il poster di uno sconosciuto gruppo degli anni 80, gli Squeeze..

Non per soldi, ma per amore

I due azzeccati protagonisti del film

Seattle, fine anni '80, la solita festa di fine corso, i soliti problemi e speranze di una nuova generazione di ragazzi pronti ad entrare nel "mondo reale". Tra di loro, Lloyd Dobler, con le idee poco chiare sul suo domani, che vive con la sorella lasciata dal marito e con il figlioletto di lei, non vuole pensare alla carriera militare, come gli avrebbe proposto suo padre, in servizio in Europa, e ha una sola certezza, nonostante le sue buone amiche D.C. e Rebecca cerchino di dissuaderlo: farà innamorare Diane Court, la più bella e intelligente ragazza della scuola. Diane, invece, di certezze ne ha molte: ha vinto una borsa di studio molto prestigiosa e sta per partire per l'Europa, per la gioia del padre James, con il quale è andata a vivere dopo il divorzio dei genitori. Bravissima a scuola, Diane trova anche il tempo di aiutare il padre nella gestione dell'ospizio da lui diretto, e nonostante Lloyd le sia praticamente sconosciuto, è anche abbastanza simpatica da concedergli l'uscita insieme che il ragazzo sognava. E da quell'uscita, scocca una scintilla tra i due, che scoprono presto di essere innamorati.

Ma la loro relazione non piace al padre di Diane, che pensa che Lloyd sarà solo un peso per la brillante carriera della figlia, e tanto insiste da convincerla a metterlo da parte. Lloyd scopre quanto si sente vuoto senza l'amore di Diane, che tempesta di telefonate, e a cui dedica un'insolita serenata, con una "boombox" che spara "In your eyes" di Peter Gabriel. Ma dove non riesce Peter Gabriel, può riuscire il Fisco.. Il padre di Diane viene infatti arrestato per evasione fiscale, legata a precedenti truffe a scapito di alcuni ospiti del suo ospizio. L'uomo si giustifica con la figlia dicendole che l'aveva fatto solo per garantirle una sicurezza economica per il futuro, ma lei lo disprezza soprattutto perchè le ha mentito, quando il loro rapporto era stato tutto basato sulla fiducia e la sincerità. E in tale occasione, Diane torna a rivolgersi a chi le ha dato solo amore incondizionato: Lloyd la perdona, e i due partono insieme per l'Inghilterra. Una bella storia d'amore in cui molti potrebbero o vorrebbero riconoscersi, soprattutto i maschi, in Lloyd che ha il coraggio di dichiararsi come molti di noi avrebbero voluto fare alla loro "lei", la sconosciuta Ione Skye, una bellezza abbacinante. Splendida la canzone principale del film, orrenda invece, come spesso accade, la traduzione del titolo originale, semplicemente "Say anything..".

Trivia

..Un ruolo importante nel film è ricoperto dalla canzone di Peter Gabriel "In your eyes" (scritta per Rosanna Arquette), che il cantante concesse alla produzione, anche se pensava che il film in cui doveva essere inserita fosse "Wired", la biografia di John Belushi, perchè gli era stata mandata la cassetta sbagliata.. L'attrice che interpreta la sorella di Lloyd è la vera sorella dell'attore, John Cusack.. Per il ruolo di Lloyd furono provati prima Kirk Cameron e Christian Slater, per quello di Diane, Jennifer Connelly e Elizabeth Shue.. Il regista Cameron Crowe e sua moglie compaiono brevemente nel film come due passanti.. La palestra nella quale Lloyd fà l'istruttore è la stessa del Cobra Kai dojo in "Karate kid".

Mannequin

I due protagonisti

La lotta per l'emancipazione delle donne era già un tema sentito nell'antico Egitto, dove l'esuberante Ema non accetta il matrimonio combinatole dai suoi genitori con un commerciante.. di letame, e prega gli dei di salvarla dal suo destino. E gli dei la ascoltano, facendola sparire dalla vista della madre. Philadelphia, giorni nostri: Jonathan Switcher è un ragazzo pieno di creatività, che però sogna troppo ad occhi aperti per mantenersi un lavoro: quello che Jonathan non sa, è che in un manichino che ha creato poco prima di essere di nuovo licenziato si è reincarnata proprio Ema. I due vengono a contatto grazie a una buona azione di Jonathan, che salva da un brutto incidente la signora Timkin, proprietaria del grande magazzino "Prince & co.", in cui è stato portato il manichino: la donna, infatti, ringrazia il ragazzo assumendolo. La sera stessa, quando Jonathan rimane da solo nel magazzino, Ema si anima e gli si presenta sotto le sembianze della splendida giovane che era millenni prima in Egitto: spigliata e disinvolta, parla benissimo inglese e si fà chiamare Emmy. Tra i due scatta subito la scintilla: trascorrono la notte in schermaglie amorose, e la mattina Jonathan si ritrova nella vetrina del negozio, splendidamente decorata dal tocco magico di Emmy. Le notti si susseguono, cosí come le decorazioni sempre brillanti delle vetrine, che portano tanti nuovi clienti a visitare la Prince & co., che diventa il nuovo negozio numero uno della città, per il dispetto di B.J. Wert, il boss di un grande magazzino concorrente che stava per concludere l'acquisizione di Prince & co. a un prezzo stracciato.

Wert sguinzaglia sulle tracce di Jonathan due leccapiedi, Richards, ex dirigente della Prince & co. che non era riuscito a fargli acquisire il magazzino, e Felix, inetta guardia giurata, anche lui da poco licenziato dall'energica signora Timkin. I due scoprono che l'ispirazione di Jonathan è quello che a loro sembra il manichino di una ragazza, e lo rubano (rapiscono?) per costringere il ragazzo a cambiare datore di lavoro. Con l'aiuto di Hollywood, vetrinista molto "alternativo" della Price & co., il ragazzo si intrufola nel quartier generale dei nemici, e riesce a salvare Emmy dalla macchina tritarifiuti in cui era stata gettata da Roxie, la ex ragazza di Jonathan, anche lei impiegata della ditta di Wert. Il grande amore del ragazzo fà la magia: Emmy non è più imprigionata nel manichino, e dopo millenni può finalmente coronare il suo sogno d'amore, ovviamente nella vetrina del grande magazzino dove lei e Jonathan si erano conosciuti.

Divertente favola metropolitana, come se ne facevano solo negli anni '80, con i due protagonisti molto azzeccati e spalle comiche di livello (Felix è l'attore che impersona anche il fastidioso Harris di "Scuola di polizia", Richards niente meno che James Spader..)

Trivia

..Jonathan è Andrew McCarthy, protagonista di "Weekend con il morto" e "St.Elmo's fire", Emmy Kim Cattrall, già in "Grosso guaio a Chinatown" e in futuro una delle quattro protagoniste di "Sex and the city".. Il tema dei manichini che si animano è tipico della fantasy, già visto, ad esempio in "Ai confini della realtà" e "Journey into the unknown".. Fu il regista Michael Gottlieb, comunque, ad avere l'idea per la sceneggiatura quando si spaventò vedendo un manichino che sembrava muoversi nella vetrina di un grande magazzino.

Dirty dancing

Amore a ritmi caraibici

America, 1963: la ribelle 17enne Frances "Baby" Houseman è costretta a seguire la famiglia al campeggio estivo, finchè la sua estate non migliora quando incontra l'avvenente maestro di ballo del campeggio, Johnny Castle. Johnny è un noto rubacuori, che con la scusa delle lezioni di ballo coinvolge in ben altre danze le signore del campeggio, ma almeno inizialmente non è interessato alla giovane Baby. Ma inevitabilmente, scocca la scintilla tra i due, che iniziano a frequentarsi, non solo per il ballo. La loro torrida estate li maturerà entrambi, quando si lasceranno comunque consapevoli del bel rapporto che li ha legati. Clamoroso successo per il film che lanciò Swayze e fece da traino per il ballo più di 1.000 spot. Polpettone indigesto per i maschi di tutte le età, costretti a vederlo e rivederlo tra i sospiri delle fanciulle..

Trivia

Il film si svolge in estate, ma le riprese terminarono a ottobre inoltrato, con i protagonisti in maglietta e gonna svolazzante nell'acqua, e la troupe in giaccone e guanti di lana.. E in ottobre le foglie sono gialle, cosí qualcuno dovette provvedere a ridipingerle con vernice verde.. I due attori protagonisti sono figli di coreografi.. Con un remake, ambientato a Cuba nel 1959: "Dirty dancing Havana nights".

Flashdance

Alex

Alex Owens, una bella ragazza di Pittsburgh, la città dell'acciaio, lavora come saldatrice in una fabbrica, e come tutte le ragazze custodisce un grande sogno nel cassetto. Il suo sogno é diventare una grande ballerina classica, e incantare le platee dei teatri: per adesso, si accontenta di esibirsi nei locali notturni in sfrenati balletti molto sexy, tanto per arrotondare un po' lo stipendio. Conosce il bel Nick e se ne innamora ricambiata, non sapendo che si tratta del suo principale: quando lo viene a sapere, lo lascia perché non accetta un rapporto nato tra i segreti. Ma Nick non ne vuole sapere, e le mostra il suo amore e appoggio incondizionato organizzandole un'audizione in cui Alex pu√≥ finalmente mostrare tutto il suo talento di ballerina. Inevitabile, a questo punto, il ritorno tra le braccia dell'amato e l'happy ending.. Melensa fiabetta di inizio anni 80, a metà strada tra "Ufficiale e gentiluomo" e "Pretty woman", fu accolta con un trionfo di cassetta mondiale. Molto bella la colonna sonora di Giorgio Moroder, oscar per la migliore canzone, "What a feeling".

Trivia

La protagonista, Jennifer Beals, non ha ballato un solo minuto nel film, sostituita, tra le altre, dalla campionessa universitaria americana di ginnastica, da una ballerina di breakdance e da..un uomo!! (con la parrucca, nelle ultime fasi dell'audizione).. La canzone "Maniac" doveva essere usata in un film horror, e fu invece ridiretta a questo film.. Stavolta i registi rifiutano: David Cronenberg e Brian DePalma dissero no alla produzione, non essendo sicuri del soggetto: il film incassó oltre 100 milioni di dollari in tutto il mondo.

Crazy for you

Mattew Modine lotattore

Il diciottenne Louden Swain, liceale californiano pieno di voglia di fare e di inevitabili pruriti adolescenziali, è anche un serio atleta, campione di lotta libera del suo Stato. Ma nell'ambiente della lotta, il vero campione è Shute, un coetaneo di Louden arrogante e presuntuoso. Louden vorrebbe affrontarlo ai prossimi campionati nazionali, ma il suo avversario combatte in una categoria di peso inferiore. Deciso a tutti i costi a scontrarsi con lui, Louden inizia una cura dimagrante drastica per perdere ben dieci chili. Dieta rigorosa, astensione da ogni trasgressione, allenamenti furiosi che lo portano allo svenimento: in tutti questi sforzi, lo sorreggono il pensiero di Carla, una ragazza che ha conosciuto da poco e alla quale si vuole dichiarare se vincerà i campionati, e specie di visioni mistiche in cui gli appare la sua cantante preferita, che canta solo per lui "Crazy for you".. Finirà con Louden campione nazionale che può finalmente rifarsi del tempo perduto tra le braccia di Carla, mentre Madonna canta solo per loro..

Il tempo delle mele

Sophie Marceau alla festa

Film generazionale, con storia ridotta ai minimi termini: Vic é la classica adolescente degli anni 80, che cresce con l'aiuto della nonna, la simpatica, arzilla e disinvolta Poupette, perché i genitori sono troppo impegnati nelle loro carriere e a litigare per accorgersi di lei, che arriva in una nuova città e non sa di chi fidarsi, mentre l'età comincia a diventare pericolosa per cotte che possono lasciare il segno.. Tra confidenze con le amiche, innamoramenti di breve durata, pianti consolatori dalla nonna, sarà un ragazzo timido a fare breccia nel suo cuore, con l'aiuto della canzone più ballata (per modo di dire..) alle feste di compleanno del decennio: "Reality", dello sconosciuto Richard Sanderson. Il titolo originale del film é "La boum", "La festa".

Stregata dalla luna

Due giovani Cher e Nicholas Cage

Loretta Castorini è una "over 30" italoamericana che per non restare zitella si decide ad accettare senza troppa convinzione la proposta di matrimonio di Johnny. Un mese prima del matrimonio, Johnny vola in Italia al capezzale della madre morente, lasciando a Loretta il compito di invitare al matrimonio suo fratello minore, Ronny, con cui si vuole riappacificare dopo 5 anni di incomprensioni. Ma tra Ronny, un fornaio privo di una mano che ha perso un incidente, e Loretta scatta subito un colpo di fulmine, che li fà finire uno nelle braccia dell'altra: quando lo scontro tra i due fratelli sembra inevitabile, per il sollievo di tutti Johnny annuncia la sua intenzione di non volersi più sposare, visto che la vecchia madre è guarita, anche grazie al suo voto di rimanere scapolo. Finisce cosí che Loretta può sposare il fratello "giusto".

Splash, una sirena a Manhattan

Tom Hanks e Daryl Hannah

Metà anni '60: il piccolo Allen Bauer, di ritorno con la famiglia da una gita a Cape Cod, cade dal battello, e mentre si trova sottacqua fà un incontro con quella che sembra una sirenetta. 20 anni dopo, a New York, Allen dirige con il fratello Freddie un ingrosso di frutta e verdura: tanto è farfallone e disinvolto con le donne Freddie, quanto è introverso Allen, che dopo essere stato lasciato dalla fidanzata crede che l'amore sia impossibile. Lasciata New York per andare a riflettere nella casa al mare di Cape Cod, Allen ha di nuovo una disavventura acquatica, e mentre sta per annegare viene salvato da una strana ragazza. Allen non riconosce nella salvatrice la piccola sirenetta di 20 anni prima, ma la ragazza mostra invece subito il proprio affetto per il ragazzo reincontrato. Tornato in città convinto di non rivederla più, Allen non sa che la sirena ha trovato il suo portafoglio perso in fondo al mare, e grazie all'indirizzo di casa sulla patente riesce a rintracciarlo. Dopo avere dato scandalo per essere arrivata nuda in città, la ragazza viene ospitata da Allen, che se ne innamora perdutamente. Un solo pomeriggio passato di fronte alla tv è sufficiente alla sirena per imparare l'inglese (anche se con ovvie "inflessioni pubblicitarie"), e per scegliersi un nome "umano", Madison. Tra i due ragazzi, tutto va a meraviglia, anche se Madison comunica ad Allen che se ne dovrà andare dopo pochi giorni, quando ci sarà la luna piena.

Ma il destino trama contro i due innamorati: lo strambo professor Walter Kornbluth è infatti convinto di conoscere il segreto di Madison, che lei non ha ancora avuto il coraggio di confessare ad Allen, e che se riuscirà a dimostrarlo avrà dalla comunità scientifica onori e rispetto. Dopo aver fallito in due occasioni, rimediando botte e fratture varie, Kornbluth riesce a smascherare Madison, bagnandole i piedi, che subito si trasformano in una grossa pinna. Presa in consegna dai servizi segreti, la sirena viene portata in un laboratorio all'interno del museo di storia naturale di New York, per essere studiata come un animale. Abbandonata da tutti, anche da Allen che si è sentito tradito, Madison deperisce a vista d'occhio e rischia di morire, ma per fortuna una "task force" è in arrivo per salvarla. Freddie ha infatti convinto Allen che, pesce o ragazza, Madison è l'amore della sua vita, e Kornbluth si unisce ai due, dopo che la sua scoperta gli è stata sottratta. I tre riescono a sottrarre la ragazza-sirena al gruppo di scienziati aguzzini che la stavano studiando, e dopo un rocambolesco inseguimento in auto per il centro di New York, Allen riesce a portarla al molo. I due non si vorrebbero lasciare, ma ora è Allen che deve compiere il sacrificio che Madison era disposta ad accettare per rimanere con lui: cosí, anche se capisce che non potrà mai tornare indietro, Allen si tuffa in mare con Madison, pronto a seguirla per vivere con lei nel suo mondo sottomarino.

Simpatica favola anni '80 sempre in bilico tra divertimento (assicurato dal duo John Candy-Eugene Levy) e romanticismo, diretta con maestria dall'ex Richie Cunningham e futuro premio Oscar Ron Howard, con i due protagonisti azzeccatissimi, Tom Hanks al suo primo ruolo importante e Daryl Hannah una visione di accecante, eterea bellezza. Raccomandato per qualsiasi serata.

Trivia

..Rifiutato da tutte le maggiori case cinematografiche, il film fu infine prodotto dalla Disney, che visti i contenuti più maturi di quelli dei suoi soliti film, creò appositamente per la distribuzione una nuova casa di produzione, la Touchstone pictures.. Nel periodo in cui fu girato, era in produzione un altro film su una sirena, con molte più risorse e attori all'epoca più importanti, ma infine questa seconda sirena non vide mai la luce.. Daryl Hannah è una nuotatrice talmente brava che non fu necessaria alcuna controfigura per le scene acquatiche.. Il costume da sirena era talmente ingombrante che servivano dalle 5 alle 8 ore per farci entrare la protagonista.

Top

Electric dreams

Non per soldi..

Splash