All'inseguimento della pietra verde

Douglas e la Turner

Joan Wilder, scrittrice di successo di romanzi pieni d'azione e amore, si trova suo malgrado a vivere una delle storie di cui aveva fino ad allora solo scritto, quando riceve per posta quella che sembra una mappa del tesoro, e per telefono una chiamata piena d'angoscia da sua sorella, rapita in Colombia da avventurieri a cui suo marito aveva sottratto proprio la mappa che Joan ha ricevuto. Più versata nello scrivere storie che nel viverle in prima persona, all'arrivo in Colombia Joan cerca subito un avventuriero che possa aiutarla. A soccorrerla è Jack, specie di Indiana Jones del luogo, specialista nel cercare avventure e mettersi in mezzo ai guai. Ingaggiato dalla scrittrice, si lancia con lei alla ricerca della mitica pietra verde, il tesoro a cui conduce la mappa. In mezzo alla giungla e a torrenti di fango, la coppia, che inizialmente non si sopportava, comincia a diventare anche sempre più unita.

A intralciare il loro cammino pensa Ralph, uno scintillante Danny DeVito, il capo dei cattivi, che però sono troppo pasticcioni per costituire una vera minaccia. Finirà naturalmente in gloria, con Joan che come le sue eroine conquista il suo bel tenebroso, e DeVito e soci con un palmo di naso. Divertente azione piena di brio e ironia, che ovviamente strizza l'occhio a Indiana Jones e simili. Perfetta la chimica del trio Kathleen Turner - Michael Douglas - Danny DeVito, di nuovo insieme nel seguito, "Il gioiello del Nilo", e nel corrosivo "La guerra dei Roses".

Trivia

..Anche in questo film, Douglas non era la prima scelta, ed ebbe il ruolo dopo che Stallone e Christopher Reeve avevano rifiutato.. Girato in Messico per paura degli attentati che all'epoca funestavano la Colombia.. Il primo grande successo di Robert Zemeckis, prima di "Roger Rabbit" e "Ritorno al futuro".

La guerra dei Roses

Tensione in famiglia Rose

Raccontate dall'amico di famiglia Gavin D'Amato, avvocato divorzista, scorrono le immagini della storia prima d'amore e poi di follia di Oliver e Barbara Rose. Dal loro incontro in età adolescenziale, all'amore a prima vista, fino al matrimonio e alla nascita di due bambini che allietano la loro vita coniugale. Poi, un giorno qualcosa nella loro perfetta vita di coppia si rompe.. Succede che Barbara si stanchi della vita da "angelo del focolare", impegnata solo ad organizzare ricevimenti e feste e ad aspettare il ritorno a casa di Oliver, avvocato di successo troppo preso dal lavoro per accorgersi delle aspirazioni della moglie, che vorrebbe farsi una carriera. L'infarto da stress che ferma Oliver fà capire a Barbara che, in fondo, la vita da divorziata non sarebbe poi male, e nonostante l'opposizione del marito, chiama Gavin per organizzare le pratiche di divorzio.

Inizia fra i coniugi una guerra accanita: costretti a vivere separati nella stessa casa, limitano - con tanto di piantina a colori - i rispettivi "habitat". Subentrano ripicche, scherzi atroci, rivalse e cattiverie in un turbine di porcellane preziose rotte e di odio reciproco, tanto forte quanto forte era stato il loro amore. I reciproci perfidi dispetti determinano dapprima la totale devastazione della splendida villa e, infine, la morte di entrambi, quando precipitano nel vuoto appesi al grande lampadario di casa. Strepitosa, caustica commedia nera, acida e cattiva al punto giusto, che smonta con perfidia tutti i luoghi comuni sul matrimonio. Il trio già protagonista de "Il gioiello del Nilo" e "All'inseguimento della pietra verde" torna, di nuovo in splendida forma, con Kathleen Turner strepitosa nei panni dell'isterica Barbara.

Trivia

..In una scena, Douglas taglia i tacchi della moglie, come già in "All'inseguimento della pietra verde".. De Vito, anche regista del film, fece uno scherzo ai due protagonisti, chiamando una sospensione delle riprese per il pranzo quando i due erano appesi al lampadario, a 10 metri dal suolo.. La tagline del film era: "Una volta nella vita vi capita un film che vi fà venire voglia di innamorarvi ancora. Questo non è quel film."

La signora in rosso

Dudley Moore e Kelly Le Brock

Teddy Pierce è un uomo felicemente sposato, con figli grandi e un buon lavoro di pubblicitario. Quindi, Teddy Pierce ha bisogno di una scappatella, di un'avventura che gli dimostri che in fin dei conti non è già un vecchio. E l'avventura arriva una mattina nelle splendide forme di una ragazza vestita tutta di rosso: la vista della splendida Charlotte che imita Marylin passando sopra una grata dell'aria fà impazzire Teddy, che comincia a cercarla per tutta la città. Sgusciando tra una moglie che comincia a farsi sospettosa per certi suoi atteggiamenti e una collega d'ufficio che fraintende le sue avances, Teddy riesce incredibilmente a incontrare la splendida signora in rosso, ma quando le cose cominciano a farsi bollenti, Teddy scopre che anche i sogni possono avere un marito.. Divertente commedia 100% anni 80 piena di ritmo, con un Gene Wilder perfetto nella parte dell'imbranato conquistatore e una Kelly Le Brock semplicemente troppo bella per essere vera.

Trivia

..Kelly Le Brock, moglie del mascellone dei film d'azione Steven Seagal, ottenne uno straordinario successo da questo film, e sul personaggio della donna da sogno troppo bella per essere vera le fu cucito il film "La donna esplosiva".. Colonna sonora a cura di Dionne Warwick e Stevie Wonder, in cui spicca il successo mondiale "I just called to say i love you".. È il rifacimento di un episodio del film francese "Certi piccolissimi peccati".

Non ci resta che piangere

Mario e Saverio scrivono a Leonardo

Saverio, maestro elementare e Mario, bidello nella stessa scuola, sono fermi con la macchina a un passaggio a livello eterno, quando vengono sorpresi da un temporale. Trascorrono la notte in una vecchia locanda, e quando la mattina si svegliano, si trovano inspiegabilmente catapultati nell'anno 1492. Dopo un iniziale stordimento, tentano allora di calarsi nel nuovo mondo, cercando di assumere l'abbigliamento, il linguaggio e le usanze dell'epoca.

Con scarsi risultati, a dire il vero, anche se Mario (sulle note e parole di "Yesterday" e.."Fratelli d'Italia") mostra un certo ascendente sulla bella Pia. Finchè Saverio ha una pensata delle sue: fermare Cristoforo Colombo prima che salpi, impedendogli cosí di scoprire l'America, da cui proviene il futuro marito della sorella, che lui proprio non sopporta. Nel tragitto verso Palos incontrano Leonardo Da Vinci, che tentano di erudire con scarsissimo successo sulle novità scientifiche del ventesimo secolo, e il tempo perso con il genio, a dir la verità un po' svampito, li fà arrivare tardi alla partenza di Colombo. E mentre si riavviano mesti verso la loro nuova casa del 1500, ecco arrivare Leonardo, che ha appena inventato la locomotiva a vapore..

Il film italiano campione di incassi degli anni '80, con l'accoppiata Troisi-Benigni che funziona splendidamente, completandosi a meraviglia. Alcuni pezzi sono davvero da cineteca.

Prima di mezzanotte

I due protagonisti di Fuga di mezzanotte

Jack Walsh, ex poliziotto radiato con la falsa accusa di essere in combutta con il boss della droga Serrano, è diventato un cacciatore di taglie, addetto a ritrovare i detenuti lasciati liberi dietro cauzione che hanno "approfittato" della libertà. La sua ultima assegnazione è Jonathan Mardukas, detto "Il Duca", cassiere delle attività poco pulite del clan Serrano, fuggito dopo che Eddie Mascone, il boss di Jack, ha sborsato una cauzione per il suo rilascio di 450.000 dollari, soldi che perderà se Mardukas non si presenterà in tribunale entro la mezzanotte del successivo venerdi. Grazie ai contatti che mantiene in polizia, Walsh rintraccia il Duca a New York e lo cattura, per portarlo indietro a Los Angeles. Purtroppo per Jack, l'aereo non è utilizzabile, perchè Mardukas ne ha la fobia, e cosí il viaggio inizia in treno, per poi proseguire su una macchina rubata, su una presa in prestito dalla ex moglie di Jack, e infine, esauriti tutti i mezzi, in autostop. Jack è infatti rimasto senza soldi perchè Eddy Mascone gli ha bloccato la carta di credito quando non è arrivato in tempo all'appuntamento stabilito, e anzi, gli ha sguinzagliato dietro un altro cacciatore di taglie, Marvin, incaricato di completare quello che sembrava un lavoro lasciato a metà.

Dietro ai due fuggitivi c'è anche l'FBI, interessata alla testimonianza di Mardukas, e due sicari della mafia, inviati da Serrano. Essere rimasti soli contro tutti fà nascere un vincolo di solidarietà, se non proprio amicizia, tra il fuggitivo e il cacciatore di taglie, e quando Mardukas viene catturato da Marvin, che non ha intenzione di riportarlo da Mascone, ma vuole venderlo agli uomini di Serrano per due milioni di dollari, Jack si allea con l'FBI per liberarlo. Fà credere ai sicari della mafia di avere dei dischetti creati da Mardukas che incriminerebbero Serrano, e chiede uno scambio, all'aeroporto, alla presenza anche del boss. Si presenta con un microfono dei federali, e anche se il piano non va come previsto, riesce a far cadere in trappola i due killer, Serrano e anche Marvin, sopraggiunto sul luogo dello scambio, che vengono tutti arrestati. Finalmente Jack può portare il Duca a Los Angeles, ma alla fine, ormai diventato amico del fuggitivo e arrabbiato con Mascone per il suo doppio gioco, lascia libero il contabile, che per ringraziarlo gli dà 300.000 dollari sottratti a Serrano che teneva in una cintura.

Trivia

..L'attore che interpreta Mardukas ebbe delle cicatrici permanenti causate dalle manette che gli stringevano i polsi per gran parte del film.. Nell'ultima scena, un tassista rifiuta di prendere a bordo Jack: l'attore aveva interpretato sempre un tassista "collega" di De Niro in "Taxi driver".. La celebre "parolina di 4 lettere" compare un numero record di 119 volte nel film.

Beetlejuice

Beetlejuce e i due neo fantasmi

Barbara e Adam Maitland, felice coppia di sposini del New England, muoiono in un incidente automoobilistico. Diventati fantasmi, devono assistere all'arrivo dalla città degli odiosi Deetz, che hanno comprato la casa che i due avevano arredato con tanto impegno. Troppo poco cattivi e incapaci di usare i loro poteri di fantasmi, i Maitland cercano invano di spaventare i Deetz, che si fanno solo delle grasse risate ai loro goffi tentativi di poltergeist. Solo la figlia adottiva dei Deetz, Lydia, lugubre ragazza dark, riesce a vederli e cerca di aiutarli. Esasperati dalla situazione, e anche perchè hanno saputo che occore un periodo di apprendistato di 125 anni per padroneggiare l'arte dello spavento da fantasma, Barbara e Adam si rivolgono a un "professionista" del settore, Beetlejuice, di mestiere "bio-esorcista", fantasma che esorcizza gli esseri umani per dare pace ai fantasmi.

Beetlejuice, però, è una tremenda "testa calda" e si fà prendere la mano nella sua opera di "esorcismo", rischiando una strage. Intanto Maxi Dean, capo del capofamiglia Deetz, Charles, venuto a sapere che questi ha in casa due fantasmi, vorrebbe catturarli e farli diventare fenomeni da baraccone. Per farlo si serve di Otho, amichetto della signora Deetz, che organizza una seduta spiritica per invocare i due fantasmi. Lydia, per salvare i suoi amici fantasmi, invoca Beetlejuice e accetta la sua richiesta di diventarne sposa, se salverà i Maitland. Lo spirito interviene, ma dopo aver fatto il proprio dovere, si fà ancora prendere la mano, imprigionando Barbara, addirittura sul pianeta Saturno, e Adam. Ma Barbara e Adam hanno iniziato a comprendere come funzionano i loro poteri, si liberano e attaccano Beetlejuice, facendolo ingoiare da un gigantesco verme delle sabbie. Risolte le loro divergenze grazie a Lydia, i vecchi e i nuovi padroni di casa iniziano una pacifica convivenza mentre Beetlejuice viene rispedito nella sala di attesa dell'aldilà, dove i suoi guai continuano quando fà arrabbiare uno stregone, che gli rimpicciolisce la testa. Divertente commedia horror-gotica, con l'estro di un ispirato Michael Keaton ai servizi del primo grande successo di Tim Burton.

Trivia

..Il titolo del film deriva da Betelgeuse, luminosa stella della costellazione di Orione.. L'idea originale di Burton per Beetlejuice era Sammy Davis jr., ma gli studios non accettarono.. Anche Dudley Moore fu considerato per il ruolo dello spirito.. Tra le attrici che rifiutarono il ruolo di Lydia, poi finito a una giovanissima Winona Ryder, ci sono Sarah Jessica Parker, Brooke Shields, Molly Ringwald e Jennifer Connelly..

Local hero

Tramonto su costa scozzese

Il presidente della Happer Oil, potente società petrolifera di Houston, ha stabilito che ha bisogno di una nuova raffineria per il suo petrolio, e ha individuato il posto in un piccolo villaggio della costa scozzese, che ha deciso di spianare con le sue ruspe. Per contrattare la vendita del villaggio con gli abitanti del posto, invia in Scozia un rampante funzionario, Mac McIntyre, di chiare origini scozzesi. Arrivato sul posto e deciso a chiudere la pratica in breve tempo, Mac finisce invece per farsi irretire dalla simpatia dei locali e dalla bellezza dei posti, e anche da una specie di richiamo che gli viene dal suo animo scozzese. Le trattative vanno comunque avanti, ma quando stanno per chiudersi, con buona pace degli isolani che diventerebbero comunque ricchi, ecco un problema: il vecchio Ben Knox, che vive tutto solo e felice in una sgangherata baracca sulla spiaggia, si proclama proprietario di quest'ultima e deciso a non vendere.

Mac chiama allora il Grande Boss in America: questi arriva con l'elicottero, atterrando su una baia da sogno proprio quando è in corso un'aurora boreale. Eccentrico amante delle stelle, e colpito anche dalla simpatia di Knox, Happer decide che quel luogo non si può rovinare: al posto della raffineria, sorgerà sulla spiaggia una stazione scientifica per l'osservazione della fauna marina. E Mac, tornato a Houston, sentirà fortissimo il richiamo della sua vera casa.. Bella storia a sfondo ambientalista, con paesaggi davvero magnifici e interpreti molto simpatici. Un po' l'anticipazione di molti film inglesi anni 90 (soprattutto di Stephen Frears) in cui il vero protagonista è il villaggio, inteso come singola unità intelligente. Splendida la colonna sonora di Mark Knopfler, e in particolare il tema principale, "Going home".

Trivia

..Il villaggio del film si chiama Pennan, ma è sulla costa est della Scozia, e non su quella ovest, come si fà intendere nel film: sulla costa ovest c'è la spiaggia, che si trova a oltre 20 chilometri dal villaggio.. Il ruolo del protagonista doveva essere inizialmente del popolare Henry Winkler.. Film preferito dell'ex vice presidente americano e paladino della causa ecologista Al Gore..

Una pazza giornata di vacanza

Ferris e due amici

Lo scansafatiche Ferris Bueller si inventa una malattia per passare una giornata lontano da scuola, con l'amico Cameron e la fidanzata Sloane, meglio se in una gita a Chicago con la Ferrari California Spider del padre di Cameron. Mentre tutta la scuola è in pena per Ferris, visto che si è diffusa la voce che ha una malattia terminale, due persone riconoscono la trama di un altro dei suoi giochetti per saltare le lezioni: sua sorella Jeanie e il preside Rooney. Mentre Ferris e i due amici se la spassano a Chicago, diventando anche il centro dell'attenzione di una parata, il preside va a casa Bueller per smascherare l'impostore, ma si scontra con Jeanie, che aveva le sue stesse intenzioni: lei lo scambia per un ladro e lo colpisce, chiamando la polizia, ma il preside riesce a fuggire (a piedi, la macchina era in divieto di sosta ed è stata rimossa), e Jeanie finisce in prigione, per la sua chiamata al 911 rivelatasi infondata, dove se non altro ha modo di conoscere un teppista (un giovane Charlie Sheen) che la bacia.

Non è trionfale neanche il rientro dei tre "fuggiaschi" da Chicago, e a fare le spese dell'imperizia alla guida di Cameron è la Ferrari del padre, che sfonda il garage di casa. Dopo aver riaccompagnato a casa Sloane, per Ferris è una corsa contro il tempo per rientrare a casa prima dei genitori, ma purtroppo per lui è preceduto dal preside, che gli garantisce che non avrà scampo ai prossimi scrutini di fine anno. Ma anche Jeanie piomba a casa, e trova il portafoglio caduto al preside in precedenza: forse cambiata dall'esperienza della mattina, minaccia il preside di una nuova denuncia se non lascerà stare suo fratello. Incavolato, Rooney lascia casa Fueller, non prima di essere attaccato dal cane di casa. Grazie alla sorella, Ferris si infila a letto un attimo prima del ritorno dei genitori.

Trivia

..Matthew Broderick compare alla fine dei titoli di coda per invitare i ritardatari a lasciare il cinema.. Jennifer Grey, la "sorella" di Ferris, diventerà poi la fidanzata di Broderick.. Le Ferrari del film erano altre macchine, "mascherate" da Ferrari.. Pronti per la lista di chi doveva essere Ferris prima di Broderick? Rob Lowe, John Cusack, Jim Carrey, Johnny Depp, Tom Cruise, Robert Downey Jr. e Michael J. Fox..

Tutto in una notte

Michelle Pfeiffer e Jeff Goldblum

Dopo aver scoperto che la moglie lo tradisce, la vita è ancora più nera per Ed Okin, ingegnere già stressato dall'insonnia che lo fà stare sveglio la notte. Per scaricare lo stress, si mette al volante e arriva all'aeroporto, giusto in tempo per vedersi arrivare sul sedile Diana, che si rivelerà essere una ladra di gioielli, in fuga da quattro iraniani che vogliono recuperare a forza il suo ultimo bottino. Mentre la porta in giro per la città cercando di sottrarsi agli inseguitori, Ed viene a sapere che i gioielli di Diana sono stati trafugati dai quattro iraniani dal tesoro dello Scià e poi consegnati alla donna per passare la frontiera, e che i quattro non sono i soli sulle sue tracce, in quanto c'è anche un killer inglese.

La fuga dei due termina infine, di nuovo all'aeroporto, quando Diana viene catturata dagli iraniani: con la vita della donna in pericolo, tenuta sotto tiro dalla pistola di uno degli assassini, Ed cerca di disuaderlo, finendo per raccontargli tutti i guai che sta passando. Il killer rimane affranto dai tormenti dell'uomo, e finisce per rivolgere la pistola contro sè stesso. Grazie all'intervento dei federali, Ed e Diana sono liberi, e portati sotto scorta in un motel. Qui, un agente federale "amico degli amici" di Diana, che hanno finito per ricevere i diamanti, consegna alla donna una busta piena di soldi. Dopo lo stress accumulato, Ed riesce finalmente a dormire tutto il resto della notte, ma è deluso di non ritrovare Diana al risveglio. La donna in realtà lo sta aspettando fuori dal motel, con i soldi e il posto del passeggero libero, pronta a qualcosa di più di una corsa notturna..

Trivia

..Nel cast diretto da John Landis, una sfilza lunghissima di registi suoi amici che compaiono in un breve cameo: tra gli altri, David Cronenberg (che un anno dopo avrebbe diretto Golblum ne "La mosca"), Jonathan Demme, Jim Henson, Lawrence Kasdan, Don Siegel e Roger Vadim, oltre allo stesso Landis.. La prima scelta di Landis per il ruolo di Ed era Gene Hackman.. Il solito film finto di Landis, "See you next wednesday", compare in due poster di un ufficio da cui i due protagonisti fanno una telefonata..

Tutto quella notte

Il mestiere pericoloso della babysitter

Costretta all'ultimo minuto a rivedere i piani per la serata dal fidanzato che annulla il loro appuntamento, la teenager Chris si rassegna a fare da babysitter alla piccolo Sara e a suo fratello Brad, innamorato proprio di Chris, e anche all'amico di Brad, Daryl. Dopo che gli Anderson, i genitori dei due ragazzi, lasciano la casa per recarsi a un ricevimento, Chris inizia la sua monotona serata. Ma la monotonia durerà poco, fino alla telefonata di Brenda, sua amica del cuore, già pentitasi di essere scappata di casa e ferma alla stazione dei bus nel centro di Chicago, che supplica Chris di andarla a salvare.

Incapace di dire di no all'amica, Chris carica in macchina i tre ragazzi affidati alla sua custodia e si avventura verso il centro città, dove Brenda sta passando la serata in vari brutti incontri, non ultimo con un grosso topo di fogna che ha scambiato per un gatto, a causa del fatto che ha perso gli occhiali. Neanche a Chris va meglio, per colpa di una foratura, e poi per una serie di sfortunati equivoci che portano i quattro ragazzi addirittura ad essere inseguiti da killer della mafia.

Mentre scappano nella metropolitana, si imbattono in una rissa che procura una ferita a Brad, e in un ragazzo gentile, Dan, che si offre di ripagare la riparazione della gomma bucata. Dopo essersi imbattuti anche nel fidanzato di Chris, a cena con un'altra ragazza e prontamente scaricato dalla babysitter, riescono finalmente a rintracciare Brenda, e a far ritorno a casa, giusto in tempo, ovviamente, prima che ritornino gli Anderson. Dopo una serata piena si inconvenienti, c'è il lieto fine per Chris, con Dan che la sta aspettando fuori di casa per un tenero bacio.

Trivia

..Il ruolo di Chris era stato pensato anni prima per Jane Fonda, e poi per Bridget Fonda quando Jane era diventata un po' troppo attempatella.. E prima di Elizabeth Shue, erano state considerate anche Michelle Pfeiffer, Melanie Griffith, Sharon Stone e Brooke Shields.. La moglie e il suocero del regista Chris Columbus hanno dei piccoli ruoli nel film, e inoltre una via fittizia a loro intitolata..

Voglia di vincere

Michael J Fox lupo mannaro sportivo

La famiglia Howard: una tranquilla famiglia della provincia americana, con un fattore ereditario particolarmente..peloso! Si, perchè quando tutti i membri maschi della famiglia raggiungono i 16 anni, cominciano a trasformarsi in licantropi, i cari vecchi lupi mannari delle storie dell'orrore. L'ultimo ingresso nel club dei lupacchiotti è Scott, un imbranato teenager con la passione del basket, che pratica, con scarsi risultati, nella squadra del liceo. Spaventatissimo per la trasformazione (ma non bastavano i brufoli?), Scott viene rincuorato dal padre, che gli spiega la storia dell'eredità genetica e gli fà capire che, in fondo, non tutto il male viene per nuocere.. Già, perchè la trasformazione in lupo porta con sè anche incredibile forza e agilità, che applicate sul campo di basket possono trasformare un brocco come Scott in un autentico fenomeno. E con le schiacciate spettacolari e i balzi mostruosi arriva per il nostro eroe la popolarità: il suo amico Stiles impianta un commercio florido di vendite di magliette e tutti impazziscono per la "wolfmania", anche la bella del liceo, Pamela, che fino ad allora non se lo era filato nemmeno da lontano.

Ma la popolarità ha anche i suoi risvolti negativi: il preside Thorne sembra avercela in particolare con il nostro eroe, che tra l'altro comincia a fare il gradasso, arrivando allo scontro con l'ex ragazzo di Pamela. Questi, colpito da un pugno, trova la scusa per iniziare una campagna "antimostro", e Scott da eroe diventa il reietto della scuola. Ma la vicinanza del padre, ovviamente anche lui licantropo e causa dell'odio del preside per il ragazzo, visto che gli aveva soffiato in gioventù la ragazza, poi diventata sua moglie, e l'amicizia di Stiles e Lisa, la sua ragazza del periodo da sfigato, lo convincono a tornare in campo, e stavolta senza effetti speciali: il nuovo Scott Howard versione "umana", consapevole della sua identità, condurrà la sua squadra alla vittoria del campionato e nel momento del trionfo abbraccerà il suo vero amore, Lisa. Divertentissima commedia piena di brio e azione, tra l'altro anche molto azzeccata nella descrizione delle crisi di identità del periodo del passaggio dalla fanciullezza all'età adulta. Michael J. Fox si conferma il re dei film adolescenziali in uno dei più grandi successi di cassetta degli anni '80. Con un seguito inevitabile e molto meno convincente, e addirittura con una serie a cartoni.

Trivia

..Girato prima di "Ritorno al futuro", uscí nelle sale un anno dopo, proprio per monetizzare al massimo l'effetto Michael J. Fox.. E solo nella versione italiana(!!), il nome del protagonista fu cambiato da Scott a Marty proprio per ricollegarsi al protagonista di "Ritorno al futuro".. Il corpo muscoloso delle locandine non è un disegno, ma bensí quello di un attore, su cui fu appiccicata la testa del protagonista.

Top

La guerra dei Roses

Non ci resta che piangere

Una pazza giornata